Milan e la questione stadio: ci sono altri problemi da risolvere!

Prima il rifinanziamento societario poi tutto il resto, c’è bisogno di tempo

La questione “stadio” è diventata ormai un tema caldissimo nelle ultime ore. Ieri è avvenuto un duro botta e risposta tra Giuseppe Sala e la società rossonera. Il sindaco ha dichiarato: “Abbiamo dato la disponibilità di alcune zone che reputiamo adatte. Ritengo che al Milan servano 2-3 mesi di riflessioni. Poi si dovrà ottenere una sintesi”. La risposta da parte del club non è tardata e pochi instanti più tardi è apparso un comunicato ufficiale che spiegava come ad oggi non ci sia intenzione concreta di abbandonare l’impianto, ma per tali decisioni ci voglia un tempo adeguato.

Serve una soluzione

Attualmente, il Milan sembra avere priorità differenti, in primis il rifinanziamento con Elliott. Prima di Natale era arrivata la proposta da parte del fondo Highbridge, che pareva fosse in grado di spianare la strada alla dirigenza, invece l’offerta non è stata ancora firmata da parte dell’amministratore delegato Marco Fassone in quanto la somma coprirebbe solo due terzi del totale di 400 milioni. Le possibilità non sono molte, o il Milan accetterà cercando un altro soggetto per la parte rimanente dell’ammontare finale altrimenti si dovrà ricominciare cercando un nuovo finanziamento con altre figure. Il tema stadio non viene comunque abbandonato, il Milan ha come obiettivo in futuro di staccarsi dal Meazza, c’è solo bisogno di tempo e una collocazione adeguata, perché a lavori compiuti la struttura rappresenterebbe una delle più importante fonti di ricavi.

Ricevi le ultime notizie sul Milan, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 10-01-2018

Matteo Rivarola

X