Milan, enigma Musacchio: che fine ha fatto il difensore?

Il difensore argentino Musacchio, voluto fortemente da Montella, è ormai ai margini del Milan dopo soli 6 mesi.

Mateo Musacchio è un ormai un caso. Il difensore argentino, primo colpo rossonero dell’era cinese, arrivato per 18 milioni da Villarreal, sotto la guida di Gattuso nelle ultime gare ha perso il posto da titolare. Dopo soli sei mesi di Milan, dunque, la sua avventura sembra già aver incontrato una crisi irreversibile. Una crisi che non farà piacere in società, dato l’investimento importante. Voluto fortemente da Montella, che già con Galliani aveva spinto per poterlo avere, Musacchio è stato inizialmente utilizzato anche da Gattuso, ma nelle ultime sei gare per cinque volte è finito in panchina. L’ultima presenza lo scorso 23 dicembre, nella sconfitta interna con l’Atalanta. Gara non certo indimenticabile per il difensore argentino, da allora completamente sparito dai radar, a favore della coppia azzurra Bonucci-Romagnoli.

Milan, che fine ha fatto Musacchio?

L’ex Villarreal paga evidentemente una serie di colpe non sue: l’acquisto di un collega “ingombrante” come Bonucci, le difficoltà con la difesa a tre, l’inizio di stagione faticoso per tutta la squadra. Ovviamente, non solo a fattori esterni possono essere addossate le responsabilità per quello che finora è un fallimento per Musacchio. Tuttavia, il tempo per recuperare terreno c’è: nonostante qualcuno lo veda già a gennaio lontano da Milano, il posto dell’ex Villarreal sembra salvo. Anche perché in questa sessione è probabile la cessione di esuberi come Paletta e Gomez. Sarà dunque in estate che si potranno fare le definitive valutazioni sulla stagione dell’argentino.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 07-01-2018

Mauro Abbate

X