Le sanzioni che la UEFA infliggerà ai rossoneri potrebbero allontanare allenatori del calibro di Conte e Ancelotti. Gattuso è tutt’altro che spacciato.

Il no della UEFA alla richiesta di Voluntary Agreement presentata dal Milan potrebbe trasformarsi in un prezioso assist per Gennaro Gattuso. Lo scrive l’edizione odierna del quotidiano Tuttosport, che fa il punto sul futuro della panchina rossonera. I vertici di via Aldo Rossi – inutile girarci intorno – hanno scelto Rino per traghettare il gruppo fino al termine della stagione. L’intenzione del club, infatti, è quella di affidare la squadra un allenatore di spessore come Carlo Ancelotti, Antonio Conte o Roberto Mancini. Ma c’è un problema grosso così.

Mercato Milan, non sono esclusi colpi a gennaio

I tecnici sopracitati, infatti, sono abituati a grandi ingaggi e a campagne acquisti sontuose. Difficilmente, dunque, accetterebbero di guidare un Milan impantanato sul mercato a causa delle restrizioni imposte dalla UEFA (le sanzioni arriveranno in primavera in caso di partecipazione alle coppe europee). E qui sale in cattedra Gattuso, che potrebbe guadagnarsi una insperata conferma chiudendo dignitosamente la stagione, magari con un quinto-sesto posto in campionato e un trofeo (Europa League? Coppa Italia) in bacheca. Rino ha molte più chance rispetto a qualche settimana fa.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
ancelotti calcio Conte copertina gattuso milan

ultimo aggiornamento: 16-12-2017


La Fiorentina su Lucas Biglia: proposto uno scambio al Milan

Tanti auguri Milan: esposto lo statuto originale in occasione del 118° compleanno