Il Milan perde a Atene e subisce una clamorosa eliminazione dall’Europa League. I rossoneri non uscivano nella fase a girone dal 2001 in Champions League.

Il Milan esce dal “Karaiskakis” con le ossa rotte. Dopo aver chiuso il primo tempo sul risultato di 0-0, nella ripresa l’Olympiacos ha segnato due gol in pochi minuti, prima della reazione dei rossoneri con la rete di Zapata. A dieci dal termine, un discutibilissimo rigore per una trattenuta di Abate a Torosidis ha regalato ai greci il pallone del 3 a 1 che ha sancito l’eliminazione del Diavolo dall’Europa League.

Gennaro Gattuso (Milan)
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan

Batosta

La sconfitta di Atene, città che ha regalato momenti indimenticabili al Milan in passato, avrà ripercussioni importanti sul club rossonero: a livello di immagine, di introiti (non è la Champions ma…) e forse anche di mercato, visto che – Coppa Italia a parte – ai rossoneri resta “solo” il campionato, dove bisogna difendere il 4° posto.

L’ultima eliminazione ai gironi

Il Milan non subiva una eliminazione nella fase a gironi dal 2001. Esattamente il 13 marzo 2001, nell’ultima giornata della seconda fase a gruppi della Champions League: la formazione di Zaccheroni era chiamata a battere il Deportivo La Coruna a San Siro per accedere ai quarti della maggiore competizione continentale ma l’1-1 finale non bastò a Maldini e compagni. Al termine di quella gara, peraltro, Berlusconi decise l’esonero del tecnico Zaccheroni.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati


Olympiacos-Milan, Gattuso: “Sono incazzato nero, abbiamo regalato la partita”

1963, Bologna-Milan: i rossoneri rimontano 2-2