Ieri il calciatore turco ha spento 25 candeline: il Milan e Gattuso continuano ancora ad aspettarlo. Ecco una breve analisi statistica delle sue prestazioni

Il dilemma Calhanoglu continua ancora ad attanagliare il Milan. Lo splendido interprete dello scorso anno, purtroppo, non è ancora apparso in campo. Gattuso però continua a puntare su di lui, convinto com’è che prima o poi il turco possa tornare a prendere per mano la squadra. Una sua ripresa potrebbe essere determinante nella lunga volata Champions che aspetta il club rossonero nei prossimi mesi. Le statistiche intanto rivelano dati curiosi: la flessione dell’ex Bayer Leverkusen è evidente, anche se alcuni numeri ci indicano la sua centralità nel progetto tattico del mister rossonero.

Calhanoglu: gol e assist latitano, non le occasioni create

Se i numeri non mentono è comunque importante precisare che vanno analizzati bene, per evitare di cadere in giudizi sommari in merito alla prestazioni di un calciatore. Calhanoglu finora, in 28 presenze complessive stagionali, ha segnato solamente una rete in Europa League. Gli assist in campionato sono soltanto tre. Sei quelli europei, a cui si aggiunge il passaggio vincente a Cutrone per il 2-0 contro la Samp in Coppa Italia.

Calhanoglu, però, è in testa in due classifiche. Il numero 10 del Milan, infatti, risulta essere il giocatore di movimento più utilizzato da Gattuso (1568 minuti complessivi). Il turco è anche il secondo calciatore rossonero per tiri scoccati (37) e per occasioni create (51).

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Hakan Çalhanoglu
Hakan Çalhanoglu (fonte foto https://www.facebook.com/ACMilan/)

Gattuso su Calha: “Può fare molto di più”

Lo stesso mister Gattuso, intervenuto poco fa in conferenza stampa, ha parlato del caso-Calhanoglu in termini molto chiari: “Anche lui sa di dover fare molto di più a livello tecnico e di balistica, ci ha abituato a prestazioni ben diverse. Non mi risulta che la squadra si lamenti perché gioca sempre. Non regalo niente a nessuno“.

Milan-Cagliari di domani sera sarà l’ennesimo banco di prova per il fantasista del Milan. Dagli spalti di San Siro, per lui, sono spesso arrivati fischi, pronti sicuramente a tramutarsi in applausi in caso di prestazione positiva.

TAG:
milan

ultimo aggiornamento: 09-02-2019


Milan, le parole dell’ex Albertini: “Gattuso, che equilibrio!”

Sassuolo-Juventus, la conferenza stampa di Massimiliano Allegri