Pioli, ecco la mission al Milan: più gol e difesa solida

Milan, il duro lavoro di Pioli: rivitalizzare l’attacco e blindare la difesa

Il nuovo tecnico del Milan, Stefano Pioli, è pronto all’esordio contro il Lecce. Dall’ex allenatore nerazzurro ci si aspetta che imprima una giusta mentalità ai rossoneri.

Ritorna il campionato e tutta l’attenzione è concentrata sul Milan. Dopo l’esonero di Giampaolo, infatti, Stefano Pioli si è messo al lavoro con coloro che non sono partiti con le rispettive Nazionali. Una decina di giorni per iniziare a entrare nella testa e nelle gambe della banda rossonera.

Pioli, esordio in casa

Per il debutto sulla panchina dell’altra sponda di Milano, Pioli troverà il Lecce. Il pubblico di San Siro si aspetta che l’esordio del tecnico parmense coincida con una vittoria. L’accoglienza da parte dell’ambiente non è stato dei migliori, con l’hashtag #PioliOut a spopolare e a imperversare. Domani sera sono attesi circa cinquantamila spettatori e ovviamente il clima sarà determinato dallo spettacolo e dall’andamento del match.

Stefano Pioli
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACFFiorentina/

Attacco e difesa

I numeri della gestione Giampaolo sono impietosi: ben quattro sconfitte in sette gare, con un attacco stentato (6 reti) e una difesa a pezzi (9 gol subiti), soprattutto nelle ultime quattro gare. Per rivitalizzare la fase realizzativa, Pioli punterà su Piatek: il polacco ha smarrito la via della rete con Giampaolo e così l’ex tecnico dell’Inter modificherà schemi e tipo di gioco per sfruttare al meglio le capacità dell’ex Genoa. Al tempo stesso, occorrerà proteggere la difesa, la stessa che con Gattuso era stata la migliore nell’anno solare 2019.
Tra difesa e attacco, ovviamente il centrocampo: qui Paquetà è chiamato al salto di qualità, mentre in regia Biglia dovrà andare oltre il solito compitino…

ultimo aggiornamento: 19-10-2019

X