Milan, il procuratore Vitali su Sensi: “Non è facile, ma i presupposti ci sono”

Le strade di Stefano Sensi e del Milan sembrano avvicinarsi sempre di più. Lo conferma anche il procuratore Gianni Vitali

La trattativa che può portare il centrocampista Stefano Sensi al Milan non sarà affatto facile, ma i presupposti per portarla a compimento con successo, per ora, ci sono. Parola di Gianni Vitali, grande conoscitore del calcio mercato e, soprattutto procuratore del rossonero Davide Calabria e dell’ex Milan Luca Antonelli. Il Sassuolo, come ha precisato Vitali ai microfoni di RMC Sport, è una bottega che vende a caro prezzo i suoi gioielli: i buoni rapporti tra le due dirigenze, però, potrebbero appianare eventuali divergenze.

Vitali su Sensi: “Milan? Ci sono buoni presupposti”

Stefano Sensi è un giocatore che mi piace: conosce il calcio e lo pratica molto bene. Non so se il  Milan si sia interessato concretamente, ma con il Sassuolo trattare non è facile. I neroverdi giustamente – prosegue l’agente – puntano a vendere a cifre alte i propri pezzi pregiati. Per questo non sarà una trattativa semplice. Mi pare di capire, però, che ci siano buoni presupposti“.

I rossoneri, poi, cercheranno anche un attaccante esterno. In questo senso, i dirigenti guarderanno alle occasioni che presenterà il mercato. Bisognerà agire rispettando il Fair Play Finanziario, in merito al quale ne condivido il regolamento“.

Stefano Sensi
Fonte foto: https://www.facebook.com/stefanosensi10/

Vitale sull’assistito Calabria: “Calciatore che sta crescendo”

Calabria sta bene e personalmente è molto contento. Gode della fiducia della società e di Gennaro Gattuso. E’ un calciatore importante – ribadisce Vitali -contro la Spal non era titolare a causa del rischio squalifica, ma nel corso della mezz’ora disputata è risultato determinante. Davide ha carattere e temperamento, sta crescendo“.

Ogni giocatore è felice quando la squadra sta bene. Penso che i rossoneri siano destinati a migliorare. L’allenatore sta facendo un gran lavoro e la società è in ottime mani: anche la squadra sta facendo il massimo, visti anche gli infortuni. Serve tempo, considerando anche i risultati negativi ottenuti nel recente passato“.

ultimo aggiornamento: 03-01-2019

X