Aspettando la decisione Uefa, il Milan scalda i motori e pensa a un attaccante

Il duro colpo Uefa non chiuderà di fatto il capitolo mercato, il Milan acquisterà 2/3 elementi per rinforzare la sua rosa. Le entrate dipenderanno molto anche dall’introito che la dirigenza spera di ottenere con alcune cessioni, su tutti il nome caldo rimane il colombiano Carlos Bacca, di ritorno dall’esperienza spagnola al Villarreal. La volontà del calciatore è chiara, vorrebbe rimanere in Spagna e in queste settimane ha parlato con la società con la speranza di riuscire a farsi riscattare a titolo definitivo dal Sottomarino Giallo. Il riscatto è fissato a 15,5 milioni, una cifra al momento troppo elevata per il club il quale, nei prossimi giorni cercherà di trattare al ribasso con la società di via Aldo Rossi.

Simone Zaza
Simone Zaza, attaccante del Valencia (fonte foto https://twitter.com/mediosdeportivo/media)

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Zaza diventa affare possibile, la carta è Bacca

I rossoneri hanno bisogno di fare cassa e la cessione di Bacca darebbe una scossa anche per il mercato in entrata. Certo non sono previsti sconti per il suo cartellino. Da qualche giorno nella trattativa pare essersi inserito anche il Valencia, il quale sarebbe alla ricerca, complice la richiesta del tecnico Marcelino, di una punta come il colombiano. Da non escludersi uno scambio con Zaza, al quale ovviamente l’opzione Milano è gradita. Il prezzo del cartellino si aggira sui 25 milioni, ma affinché la trattativa si concluda serva il via libera di entrambi i giocatori e un piccolo investimento da parte del Milan, attualmente fuori da ogni possibile trattativa.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 26-05-2018


Italia, Daniele Baselli in conferenza stampa: “Apriremo un nuovo ciclo vincente”

Liverpool-Real Madrid, la finale del 1981 vinta dagli inglesi