Milan, la crescita c’è: ma le lacune restano

I rossoneri non hanno certo sfigurato contro la Juventus, ma gli errori persistono. I miglioramenti sono evidenti, ma il Milan non riesce a sfondare.

chiudi

Caricamento Player...

Ancora una serata storta. Ennesima sconfitta stagionale per il Milan, che cade di nuovo al cospetto di una big. Eppure, per lunghi tratti della partita i rossoneri hanno giocato alla pari (se non meglio) della Juventus, sfiorando più volte il gol, sempre con Nikola Kalinic. A confermare la crescita della squadra di Montella sono i numeri della sfida di ieri. Il Milan, ad esempio, come riporta La Gazzetta dello Sport, ha doppiato la Juve nei tiri da dentro l’area. Ma non solo: i padroni di casa hanno avuto anche una migliore percentuale di passaggi riusciti e di possesso palla. Ancora una volta, però, gli attaccanti sono rimasto a secco. Se l’attacco è morbido, la difesa non è da meno. I rossoneri, infatti, hanno subito 16 gol in undici partite di campionato. In generale, la formazione di Montella ha fatto peggio di chiunque la preceda in classifica.