Il Milan ha inviato la memoria difensiva alla UEFA per cercare di evitare la sanzione dura della UEFA. Il responso dovrebbe arrivare dopo il 15 giugno.

MILANO – Il Milan è al lavoro per evitare le dure sanzioni della UEFA. Secondo quanto scrive l’edizione odierna (2 giugno ndr) del Corriere della Sera, ieri la dirigenza rossonera avrebbe inviato la memoria difensiva alla UEFA. Ora si attende solamente la risposta da parte di Nyon che dovrebbe arrivare nella terza settimana di giugno.

Gli avvocati milanisti – si legge sul quotidiano – ha ricordato come in altri tre casi molto simili non è stato deciso l’esclusione dalle Coppe. Inoltre è stato sottolineato che il deficit appartiene alla vecchia gestione mentre la nuova proprietà ha adottato una politica molto più virtuosa.

Marco Fassone Milan
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/ACMilan/

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Futuro Milan, giorni decisivi per Li: entro il 15 devono arrivare altri 30 milioni

Non solo la UEFA, i prossimi giorni saranno decisivi anche per il proprietario cinese Yonghong Li. Il Corriere della Sera scrive che i primi 10 milioni di euro arriveranno nella giornata di lunedì ma nei prossimi giorni dovrà sborsare altri soldi.

Entro il 15 giugno il presidente rossonero dovrà inviare altri 30 milioni di euro per superare un’altra scadenza ed evitare l’intervento del Fondo Elliott.

Di seguito il video con i gol del Milan nella prima parte della stagione

Goal Parade – First half of the season

???⚽? GOAL PARADE ?⚽???Relive all goals scored by the Rossoneri in the first half of the Serie A 17/18 season!Ecco tutti i gol rossoneri nel girone d'andata della #SerieATIM 17/18!

Pubblicato da AC Milan su Sabato 2 giugno 2018

 

Riproduzione riservata © 2022 - NM

milan

ultimo aggiornamento: 02-06-2018


Milan, Lucas Perez obiettivo per l’attacco: soluzione low cost che piace a Mirabelli

Italia, Mancini a Sky Sport: “Contento dell’entusiasmo dei tifosi”