Milan-Juve, parla Zambrotta: “Rigiocherei due partite, una per squadra”

Gianluca Zambrotta è uno dei grandi doppi-ex di bianconeri e rossoneri. Milan-Juve non è una sfida come le altre: lui la rigiocherebbe due volte, una per maglia

Se si potesse tornare indietro con la macchina del tempo, ciascuno di noi proverebbe a cambiare la propria storia personale, magari cercando di variare l’esito di una decisione e di un’azione. E’ quello che è capitato anche a Gianluca Zambrotta, campione del Mondo nel 2006 con l’Italia ed ex di Juventus e Milan. Stasera, quando si accenderanno i riflettori su San Siro, ripenserà al suo passato e, magari, a due partite che avrebbe rivoluto giocare, per avere un risultato differente

Zambrotta su Milan-Juve: “la rigiocherei due volte”

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l’ex terzino destro ha fatto il punto della situazione sulla sfida di oggi. “Sia Gattuso che Allegri sono dediti al lavoro e riescono a tirar fuori il meglio dai loro calciatori. Al Milan erano molto amici, abbiamo riso tanto assieme. Non sarà facile giocare, stasera, per Bonucci: uno stadio che ti fischia contro non è facile da gestire, ma Leonardo sa bene cosa fare“.

Allegri, in realtà, sta pensando a risparmiare al difensore l’onta della bordata di fischi di San Siro. Alla domanda su quale Milan-Juve vorrebbe rigiocare, Zambrotta è sincero: “Da juventino, la finale di Champions del 2003. Da milanista quella del gol di Muntari, impossibile dimenticarla“.

ritorno al Milan Sulley Muntari

Milan e Juve, quanti scontri di fuoco per Zambrotta

Il primo riferimento di Zambrotta è al 28 maggio 2003: Manchester, Old Trafford, finale di Champions League tra Milan e Juventus. Una partita brutta, tirata e decisa solamente ai calci di rigore. Decisivi gli errori di Montero, Zalayeta e Trezeguet, con Sheva che tirò il penalty decisivo.

L’altro ricordo è la sfida del 25 febbraio 2012, con Milan e Juve in piena lotta scudetto. Partita finita 1-1 con reti di Nocerino e Matri: ai rossoneri, però, è mancato un clamoroso gol di Muntari, con la palla entrata di un metro non segnalata dal guardalinee.

ultimo aggiornamento: 11-11-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X