Milan-Juventus, il 3-1 del 2005 firmato da Seedorf, Kakà e Pirlo

Il 29 ottobre 2005, alla decima giornata, Milan-Juventus è il big-match per la testa della classifica. I bianconeri sono reduci da ben 9 vittorie di fila ma i rossoneri li surclassano con una grande prestazione.

chiudi

Caricamento Player...

Milan-Juventus è la partita di cartello del prossimo turno di campionato. A dispetto delle previsioni stagionali, però, i rossoneri sono staccati dalle posizioni di vertice; i bianconeri, dal canto loro, inseguono Napoli e Inter. La stagione in corso, dopo molti anni, potrebbe pertanto cambiare gli equilibri.

Milan-Juventus per il titolo

In passato, le due rivali hanno dato vita spesso e volentieri a duelli scudetto che hanno fatto storia. Alcuni dei quali conditi di aspre polemiche, come nel caso del 2012. Nel primo decennio del nuovo millennio, negli anni centrali, Milan e Juventus hanno dominato la scena nazionale e non solo: nel 2003, i bianconeri campioni d’Italia sono stati sconfitti dagli uomini di Ancelotti nella finale di Coppa dei Campioni; l’anno dopo lo Scudetto è andato al Milan mentre nel successivo sono tornati a comandare i bianconeri, con il Diavolo perdere la finale Champions.

Il match del 29 ottobre 2005

E così, nel campionato 2005/06, quello che verrà poi stravolto dal verdetto di “Calciopoli”, Milan-Juventus significa ancora duello per il vertice. Gli uomini di Capello, rafforzatisi con l’acquisto di Viera, partono a razzo, vincendo le prime nove gare di campionato, subendo sole due reti. Gli uomini di Ancelotti, acquistato il bomber Gilardino in estate, inizia un po’ a rilento ma poi ingranano con sei vittorie consecutive. Allo scontro diretto, quindi, il Milan è indietro di cinque punti. Il match è senza storie, con i rossoneri avanti al 14′ con Seedorf: destro potente deviato imparabile per Chimenti (Buffon out, ndr)! Poi, al 26′, Pirlo mette in mezzo, serie di rimpalli e Kakà si coordina al volo mettendo in rete! Al 45′ lo stesso Pirlo calcia una punizione diretta in porta: Chimenti non è irreprensibile e il pallone si insacca! Tris micidiale; poi nella ripresa Trezeguet accorcia ma non basta. Il Milan vince e va a -2.