Milan, la cessione societaria non è poi impossibile ecco perché!

Cresce l’ipotesi di vedere a breve un nuovo proprietario in società

chiudi

Caricamento Player...

In casa Milan ancora non si placano i “rumors” quotidiani su una possibile cessione della società da parte dell’acquisitore Yonghong Li. Stando alle ultime indiscrezioni mattutine, il nuovo proprietario sarebbe pronto a lasciare la società a meno di 12 mesi dalla sua acquisizione. Nelle ultime settimane, infatti sono emerse numerose incognite riguardo il suo patrimonio e qualche dubbio non è ancora stato chiarito. L’interrogativo a cui tutti cercano risposta è se davvero il Presidente abbia liquidità da finanziare a favore societario, che nonostante un mercato faraonico con quasi 250 milioni investiti non sembra rasserenare l’animo dei tifosi. Cerchiamo di fare chiarezza. Fosse ceduto, il club finirebbe nelle mani di Highbridge, il gruppo che aiuterà a rifinanziare il debito con Elliott, che andrebbe ovviamente alla ricerca immediata di nuovi investitori.

Un nuovo pretendente

Ecco comparire il nome di Fawar Abdulaziz, un gruppo con interesse nel settore immobiliare e commerciale, attivo per un progetto sull’ex area Falck di cui si è tanto parlato. La società di provenienza saudita pare godere di ottimi introiti e dunque garantirebbe molto denaro al progetto. Nell’ultimo periodo sembra che il gruppo stia lavorando a un possibile investimento a Roma, nella zona del Pescaccio con un business davvero impressionante. Si parla di cifre mostruose: 1 miliardo e mezzo di euro a favore della costruzione del centro più grande d’Europa, con quasi 200.000 metri quadri a sua disposizione. Che dire non c’è mai fine per questa acquisizione, si dovesse optare per un nuovo proprietario la basa d’asta sarebbe a partite da non meno di 500 milioni soldi che garantirebbero di ripagare i crediti e ricominciare a sognare anche per un solo istante…