Milan, la rettifica di Costacurta: “Nessun contatto, Giampaolo scelta giusta”

Costacurta, impegnato nell’organizzazione degli Europei Under 21, specifica come non abbia avuto alcun contatto con Maldini in merito al Milan

Billy Costacurta continua ad avere il Milan nel cuore, confermando però come per adesso non ci siano le possibilità di un futuro in rossonero. La priorità dell’ex difensore centrale rossonero, per ora, è quella di far funzionare al massimo la macchina organizzativa allestita per gli Europei Under 21, organizzati quest’anno proprio dall’Italia. Ecco le sue parole al programma Rai Radio Anch’io Sport.

Costacurta sull’Italia U21: “Quelli da temere siamo noi”

Anno zero per l’Italia? Sono arrivato 14 mesi fa, quando telefonai a Mancini. Mandai a Roberto dei video in cui Belotti e Immobile erano i primi difensori contro la Svezia e gli dissi che non volevo più vedere cose del genere. Lui era d’accordo”.

Quando vidi le Under italiane, vidi cose davvero sorprendenti. Non mi sembrava che la situazione fosse così grave. Ci rendemmo conto che le previsioni non fossero così pessimistiche. I risultati dell’ultimo periodo non sono un caso. Quelli da temere siamo diventati noi. La Spagna sa che affronterà una grande squadra. Non ci sono più alibi”.

Marco Giampaolo Milan Mario Rui
https://www.facebook.com/sampdoria/photos/a.1976466562449131/1976467875782333/?type=3&theater

Milan, Costacurta smentisce i contatti con Maldini

In merito a Giampaolo e alla sua situazione in prospettiva Milan, Costacurta è chiaro. “Giampaolo è un prospetto interessante. A Milano vogliono vedere questa nuova idea di calcio che stanno esprimendo un po’ tutti. E’ una scelta giusta, speriamo possa firmare. Contatti con Maldini per un incarico? Nessun contatto. Rapporto fraterno tra me e Paolo, ma lui sa che certi incarichi non li prenderei“.

Sul rossonero Cutrone: “Pinamonti e Cutrone hanno una grande occasione. La concorrenza lì è feroce. Kean è molto in gamba, non discuto le scelte di Di Biagio, a cui hanno affidato un’ottima squadra. La concorrenza è tanta dal centrocampo all’attacco. Cutrone mi è sembrato sofferente per la situazione sua e del Milan: credo che con la sua cattiveria agonistica possa dare una grossa mano“.

ultimo aggiornamento: 10-06-2019

X