Milan, l'esito del ricorso al Tas slitta almeno a fine agosto

Milan, l’esito del ricorso al Tas slitta almeno a fine agosto

La Rosea ha evidenziato la fase di stallo in merito al rapporto Milan-Uefa sul Fair Play Finanziario: la sentenza del Tas, intanto, si allontana

Il Milan è in attesa, spasmodica, di due sentenze che potrebbero cambiare il corso di questa e delle stagioni successive. Il Tribunale arbitrale dello sport di Losanna, infatti, deve pronunciarsi sul ricorso del Milan in merito alla condanna Uefa per le violazioni del Fair Play Finanziario nel triennio 2014-2017. La stessa Uefa, poi, avrà il dovere di pronunciarsi in merito alle nuove violazioni, riguardanti stavolta il triennio 2015-2018. Si tratta di due decisioni fondamentale per il futuro dei rossoneri: sia per definire la partecipazione o meno della squadra alle competizioni europee, che per comprendere quale sarà il prezzo da pagare per gli sforamenti compiuti.

Milan, slitta la sentenza del Tas: ecco perché è un guaio

Il grande problema, per il Milan, è che la sentenza del Tas di Losanna dovrebbe addirittura slittare (secondo la Gazzetta) almeno al prossimo 27 di agosto. Due mesi pieni per sapere se la sanzione Uefa (riduzione della rosa a 21 giocatori in Europa, multa di 12 milioni, pareggio di bilancio entro il giugno 2021) sia corretta o meno.

La stessa Uefa, fra l’altro, ha fatto sapere che non si pronuncerà in merito alle violazioni del triennio successivo senza il precedente pronunciamento del Tas. Una situazione paradossale quindi che, di fatto, non permette al Milan di conoscere con certezza il proprio destino. Anche squadre come Roma e Torino ne hanno un danno evidente: i due club, infatti, sarebbero i potenziali beneficiari di una esclusione dalle Coppe dei rossoneri.

Gianluigi Donnarumma
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Il Milan, intanto, pensa a far cassa con Donnarumma

In attesa di capire quali saranno le determinazioni del Tas e la nuova sentenza dell’Uefa, la società si muove in maniera tale da sistemare il più possibile i conti. Il club di Elliott ha stabilito che, nel corso di questa estate, dovrà essere effettuata almeno una cessione eccellente, necessaria per far respirare le casse e addolcire il segno meno nei bilanci. Donnarumma è sempre più vicino al Psg: anche Cutrone, Kessie e Rodriguez potrebbero essere considerati come “sacrificabili”.

ultimo aggiornamento: 28-06-2019

X