La bandiera del Milan Filippo Galli dice la sua in merito al nuovo stadio che dovrebbe sostituire San Siro. Sarebbe meglio, forse, costruirlo senza i nerazzurri

L’opinione di Filippo Galli, bandiera rossonera ed ex responsabile del settore giovanile (lo è stato fino alla scorsa stagione), ha sicuramente un peso importante all’interno del mondo Milan. Le sue interessanti riflessioni, in particolare, sono state riprese dalla Gazzetta dello Sport: Galli ha spaziato attraverso vari argomenti. Dalla nuova era iniziata con l’avvento in società di Ivan Gazidis, passando per la costruzione del nuovo stadio, Filippo Galli ha esposto la sua idea di futuro alla Rosea.

Galli sul Milan: “Giusto puntare sui giovani”

Galli si trova d’accordo con la nuova politica disegnata da Ivan Gazidis che vede come centrali gli investimenti sui settori giovanili. Gazidis mi ispira grande fiducia – ha sottolineato l’ex rossonero, sono certo che riporterà in alto il club. Il progetto di investire sui giovani va nella direzione giusta, riprendendo anche una tendenza che aveva contraddistinto gli ultimi anni dell’era Berlusconi“.

Oggi Donnarumma, Calabria e Cutrone sono dei titolari inamovibili, mentre la cessione di Locatelli ha portato 12 milioni di euro. Il senso di appartenenza è l’esito di un percorso, è stato un punto di forza e dovrà esserlo ancora“.

nuovo stadio Milan vecchio San Siro
fonte foto: it.wikipedia.org/wiki/Stadio_Giuseppe_Meazza

Galli sul nuovo stadio: “Meglio costruirlo da soli”

Qualche divergenza, invece, sussiste in merito all‘idea di Gazidis di voler costruire un “nuovo San Siro” assieme all’Inter, sostituendo così l’ormai anziano Giuseppe Meazza. “Da tifoso, oltre che da ex, ne preferirei uno di proprietà esclusiva del club rossonero. Già lasciare San Siro è difficile, se proprio dovessimo trasferirci meglio farlo in un impianto tutto nostro“.

La questione stadio, in realtà, è ancora tutta da scrivere. I due club hanno raggiunto un accordo col Comune per la cogestione di San Siro nei prossimi 99 anni, con l’obiettivo di renderlo più fruibile. Lo sviluppo di un nuovo impianto, con o senza Inter, non sarebbe obiettivo a breve-medio termine.

 

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
calcio Inter milan San Siro stadio condiviso

ultimo aggiornamento: 12-12-2018


Mercato Milan: a gennaio assalto del Genoa a Bertolacci?

Milan, Gandini: “Stadio? Costruire con l’Inter il San Siro del XXI secolo”