Milan, l'idea di Candela: "Dopo Ranieri a Roma? Scelgo Gattuso"

Milan, l’idea di Candela: “Dopo Ranieri a Roma? Scelgo Gattuso”

L’ex calciatore della Roma, su Sky Sport, si è sbilanciato in merito alla successione di mister Claudio Ranieri. Il suo preferito è Gennaro Gattuso

Vincent Candela è, a tutti gli effetti, una bandiera della Roma. Il calciatore francese, classe 1973, ha infatti vestito la maglia giallorossa per ben otto stagioni complessive. Arrivato dal Guingamp nel gennaio del 1997, il terzino transalpino ha arato la fascia sinistra romanista, con alterne fortune, fino al gennaio del 2005. Un’avventura che ha avuto come suo culmine lo storico scudetto del 2001, ultimo della storia per la Roma. Il suo parere sul successore di Claudio Ranieri, in vista del prossimo anno, non è dunque passato inosservato.

Candela a Sky: “Panchina Roma? Vorrei Gattuso”

Ai microfoni di Sky Sport, Vincent Candela è stato protagonista del classico toto-allenatore in vista della prossima stagione. Sono quattro i nomi che sono stati sottoposti all’ex nazionale francese. Si tratta di Maurizio Sarri, Marco Giampaolo, Gennaro Gattuso e Gian Piero Gasperini: tutti attualmente impegnati, ma potenzialmente accostabili a una nuova avventura professionale in quel di Roma.

Candela, assai divertito dalla domanda, ha risposto senza remore. “Gattuso tutta la vita, che è quello che mi piace di più tra questi quattro. A Milano sta facendo i miracoli, aiutato anche dal fatto che abbia giocato e vinto nel Milan. Ci sono anche altri nomi, però“.

Leonardo Ivan Gazidis Maldini
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan

Milan: Gattuso, il suo futuro è in bilico

Accostare Gennaro Gattuso alla panchina della Roma è, al momento, fantamercato. Il suo impegno col Milan è, infatti, ben lungi dall’essere completato. Un’evidenza, però, emerge. Nel caso in cui l’allenatore calabrese fallisse l’accesso alla Champions League, difficilmente sarebbe riconfermato dalla dirigenza rossonera.

Già nel corso di quest’anno sono emerse tensioni più o meno latenti tra Leonardo e il mister rossonero. Senza Champions, il rapporto professionale potrebbe interrompersi, anche a causa dei rapporti non proprio idilliaci con una parte della dirigenza. Per adesso, però, il mondo Milan è tutto compatto per la conquista di una Champions che manca dal 2014.

ultimo aggiornamento: 09-04-2019

X