Milan, pazza idea Schick

Ieri è arrivata la tanta attesa ufficialità di Giampaolo al Milan. Adesso si inizia a parlare di mercato: il sogno del tecnico è Patrick Schick

Il Milan e Giampaolo, finalmente, si sono uniti in matrimonio. Si tratta di una decisione che la società di via Aldo Rossi aveva già maturato nel corso delle precedenti settimane: ieri, però, è arrivato il tanto atteso comunicato ufficiale. Le caselle, nell’organigramma Milan, sono ormai quasi tutte piene: si attende soltanto la comunicazione relativa al ds che, salvo stravolgimenti, sarà Frederic Massara. La volontà di Giampaolo, adesso, è quella di portare in rossonero qualche talento da lui cresciuto nel triennio alla Samp. Uno di questi è Patrick Schick, come ricorda la Gazzetta dello Sport.

Schick al Milan? Ipotesi suggestiva, con Giampaolo ha dato il meglio

Marco Giampaolo sarà l’allenatore del Milan per i prossimi due anni, con opzione anche per la terza stagione. Sarà un percorso lungo, con possibilità di programmare e costruire una squadra dall’età media giovane. Uno dei desideri del tecnico abruzzese, secondo quanto riportato oggi dalla Gazzetta, sarebbe quello di portare in rossonero nientemeno che Patrick Schick.

Il talento ceco non è mai esploso con la maglia della Roma. Giampaolo, al momento, è stato l’unico tecnico in grado di far esprimere al meglio il giocatore. Basti pensare che alla Samp, nella stagione 2016-2017, Schick è riuscito a segnare 11 gol in 32 partite, partendo spesso dalla panchina e con qualche giocata sopraffina. Arrivare al calciatore romanista, però, non sarà facile.

Roma
fonte foto https://twitter.com/OfficialASRoma

Milan, l’affare Schick è complicato. Ecco perché

Le difficoltà del Milan sono legate a due elementi. Il primo è che Patrick Schick ha un costo di 30-35 milioni di euro (Cutrone potrebbe rientrare nella trattativa). Si tratta di una spesa ingente per le casse di una società che deve rispettare gli stringenti parametri del Fair Play Finanziario, riducendo al tempo stesso il buco di bilancio.

Dall’altra parte, poi, va specificato come i settori su cui bisogna intervenire con urgenza sono altri. Il centrocampo in primis, con gli affari Torreira e Sensi in rampa di lancio. Anche la difesa avrà bisogno di qualche sostanziale ritocco.

ultimo aggiornamento: 20-06-2019

X