Milan: mano pesante del Giudice Sportivo su Andrea Conti

Il terzino destro, tornato a giocare con il Milan Primavera dopo il lungo infortunio, ha ricevuto una dura sanzione al termine di Milan-Chievo

Non sarà certo stato il ritorno a lungo sognato. Dopo un anno di inattività legata a due gravi infortuni al ginocchio, Andrea Conti ha finalmente provato la gioia di tornare a calcare un campo di calcio, nella gara del campionato Primavera tra Milan e Chievo. Purtroppo per lui, non tutto è andato come previsto. Conti non ha fortunatamente avuto alcun problema fisico: il suo comportamento non irreprensibile ha portato a una drastica decisione da parte del Giudice Sportivo.

Dopo Milan-Chievo: Conti squalificato per tre giornate in Primavera

Conti, infatti, è stato squalificato per tre giornate complessive. Ecco le motivazioni del Giudice. Dopo aver raggiunto l’Arbitro presso il suo spogliatoio al termine della gara, “impediva al medesimo di chiuderne la porta che colpiva con due pugni”. Nella medesima circostanza, poi, Conti ha rivolto all’arbitro “una espressione ingiuriosa ed elevato grida che cessavano solo dopo i numerosi inviti del medesimo Direttore di gara”.

Siparietto non edificante, dunque, per l’ex terzino dell’Atalanta. La speranza è che il calciatore possa finalmente tornare all’onore delle cronache per le sue imperiose cavalcate sulla fascia destra.

Paolo Maldini
Fonte foto: https://www.facebook.com/paolomaldiniofficial/

Milan-Chievo, squalifica anche per Paolo Maldini

La sconfitta dei giovani rossoneri ha surriscaldato sin troppo gli animi. A farne le spese è stato anche Paolo Maldini, spalla destra di Leonardo da questa estate. Il dirigente ha subito una inibizione fino al 15 novembre. La bandiera rossonera, dunque, non potrà svolgere attività in seno alla Figc, nérappresentare il Milan in ambito federale.

Le motivazioni, in questo caso, sono le seguenti. Maldini è stato squalificato “per avere, al termine della gara, fatto ingresso nello spogliatoio del Direttore di gara, sebbene non autorizzato dal medesimo, rivolgendo allo stesso arbitro un’espressione offensiva“.

ultimo aggiornamento: 06-11-2018

X