Milan, la frittata è fatta: ognuno si assuma le proprie responsabilità

Questo è ancora il Milan di Montella, con la sua preparazione (sbagliata) e le sue scelte discutibili: la stagione è ormai compromessa.

La colpa non era di Vincenzo Montella. Questo è forse il commento, il post, il tweet più gettonato del momento. È vero, una disfatta totale non è mai riconducibile a un solo uomo, che sia egli un allenatore o un dirigente. Ma l’Aeroplanino, inutile girarci intorno, ha una buona fetta di responsabilità. Questo è ancora il suo Milan, con la sua (im)preparazione atletica e i suoi limiti di gioco e personalità. L’annata è ancora salvabile, fra TIM Cup ed Europa League, ma è comunque compromessa (perlomeno in Italia).

Serie A, 18esima giornata: Milan-Atalanta sabato 23 dicembre alle ore 18

Gattuso si è ritrovato alla guida di una squadra senza anima né identità, bloccata da problemi cronici. Senza giri di parole, Montella ha indirizzato negativamente la stagione sbagliando (quasi) tutto, dalla scelta del modulo a quella dei titolari. Senza parlare, come detto, della preparazione fisica. Mister Rino si è dovuto adattare, ripartendo praticamente da zero: nuovi carichi di lavoro (molto più pesanti), nuove indicazioni, nuove motivazioni. Il problema, però, è che siamo già a Natale. Insomma, la frittata è ormai fatta. Non resta che tirare a campare fino a maggio.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 18-12-2017

Salvo Trovato

X