Milan, Montella si affida agli esterni: il destino nei piedi di Bonaventura e Suso

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Il tecnico rossonero sembra intenzionato a cambiare ancora una volta il proprio Milan, evitando eccessivi stravolgimenti.

Alla ricerca della chiave di volta della stagione, il Milan di Montella contro il Genoa dovrebbe essere simile, ma non uguale, a quello visto giovedì sera contro l’Aek. Secondo quanto riportato da Tuttosport, il tecnico affida il proprio futuro ai piedi di Bonaventura e Suso: saranno gli esterni a dover trascinare la squadra verso una prestazione degna, convincente e coronata dai tre punti. Niente esperimenti per lo spagnolo e il jolly azzurro. Nel 3-4-3 disegnato da Montella, i due torneranno a fare le ali, cercando di scardinare la difesa avversaria e supportare con buone intuizioni la punta centrale, che dovrebbe essere Nikola Kalinic, recuperato al 100%.

Suso e Bonaventura le chiavi di Montella

Serve velocità e imprevedibilità. Serve fantasia. Serve capacità di trascinare la squadra. Montella chiede questo ai suoi due esterni di talento. Contro un Genoa che, con tutta probabilità, si presenterà a San Siro guardingo e voglioso di portare a casa almeno un punto, la responsabilità maggiore nello scardinare la retroguardia avversaria sarà proprio affidata ai due esterni. D’altronde, Juric difende a uomo: saranno gli uno contro uno dunque a decidere le sorti del match. E nella rosa rossonera di dribblatori migliori di Suso e Bonaventura non ce n’è. C’è dunque una logica nel piano preparato da Montella. Toccherà agli interpreti sul campo dare forma alle idee del tecnico, allontanando la confusione degli ultimi tempi…

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 22-10-2017

Mauro Abbate