Milan, nazionali in primo piano: il mercato premia Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli.

Il fatto che il Milan abbia intrapreso la retta via del miglioramento e della crescita sembra confermato dalla chiamata del ct dell’Italia Ventura, il quale, in vista del doppio impegno contro Spagna e Israele ha chiamato a Coverciano ben quattro rossoneri di grande importanza per il presente e per il futuro della Nazionale. Per il Milan i nazionali rappresentano senza ombra di dubbio un grande vanto e il giusto riconoscimento per quanto fatto fino a questo momento in campo e sul mercato.

Milan, i nazionali chiamati a raccolta da Ventura

Nella lista dei convocati di Ventura è ormai una garanzia il nome di Gianluigi Donnarumma il quale, messe alle spalle le polemiche estive è tornato a far parlare di sé per le ottime prestazioni offerte sul rettangolo verde.

In difesa immancabile Leonardo Bonucci, perno della retroguardia azzurra (e di Montella) dai tempi di Antonio Conte, e anche il neo acquisto Conti, uno che ha dimostrato di avere qualità e personalità da vendere.

A centrocampo il contestatissimo – ormai ingiustamente – Riccardo Montolivo, il quale ha incassato la benedizione di Vincenzo Montella e si è tolto il peso forse eccessivo della fascia da capitano.

Da sottolineare come due dei quattro azzurri del Milan siano giocatori arrivati dal mercato, una risposta chiara a chi nel corso dell’estate ha puntato il dito contro l’operato di Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli.

Marco Fassone mercato Milan Kalinic
Marco Fassone

Milan, nazionali anche nelle Under

Bene anche il Settore Giovanile del Milan su cui aveva puntato molto negli ultimi anni Adriano Galliani e di cui Vincenzo Montella ne ha fatto una realtà in grado di competere anche nella massima serie. Tra gli Under21 di mister Di Biagio spiccano Manuel Locatelli e Davide Calabria, cui si aggiunge con merito Patrick Cutrone. Nell’Under19 spazio invece a Gabbia, fresco di apparizione in Europa League nella gara di ritorno contro lo Shkendija.

Milan, i nazionali nel resto del mondo

Protagonista di apparizioni in chiaro-scuro, conferma il suo posto in nazionale anche André Silva, grande protagonista del suo Portogallo. La Colombia, così come Vincenzo Montella, non rinuncia a Zapata così come la Turchia non può fare a meno di Calhanoglu. Chiudono la lista Kessié, Ricardo Rodriguez e Nikola Kalinic. Convocazione ottenuta anche per Gustavo Gomez, anche se sembra probabile la sua cessione.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione


I cinque gol più belli di Leonardo con la maglia del Milan

Serie A TIM da non perdere: dal sorriso di Montella alla furia di Mihajlovic passando per Allegri (ma non solo…)