Milan, parla l’ex Eranio: “Rossoneri in ricostruzione, ma che sfortuna”

In vista di Lazio-Milan, l’ex rossonero Stefano Eranio ha fatto il punto sulla attuale situazione del Milan, evidenziando come il momento sia molto delicato

E’ stato un comprimario, ma ha fatto parte del grande Milan di Fabio Capello, roccioso in difesa e implacabile in attacco. Si tratta di Stefano Eranio, supervisore tecnico all’Academy del Milan ed ex calciatore rossonero a cavallo tra 1992 e 1997. Ai microfoni di Sky Sport, l’ex laterale destro di centrocampo ha analizzato il momento rossonero, tra la ricostruzione e una indubbia sfortuna legata ai tanti infortuni a catena che, attualmente, hanno distrutto la spina dorsale su cui era costruita la squadra.

Eranio sul Milan: “Stanno ricostruendo, ma manca la fortuna”

Credo che il Milan sia in una fase di ricostruzione – ha detto l’opinionista su Sky – ed in questo momento manca anche la fortuna.  Senza la propria spina dorsale formata da Romagnoli, Biglia e Higuain, ma anche Bonaventura e Caldara, è una situazione molto difficile, con la squadra che fa fatica sia in difesa che in mediana“.

In merito alla società: “Giusto il ritorno di Paolo Maldini – precisa Eranio – ma per ottenere dei risultati bisogna comunque costruire una squadra. L’ossatura comunque c’è: arrivare in Champions, poi, ti permetterebbe di avere maggiori possibilità per acquistare calciatori importanti“.

Milan: l’attuale situazione infortuni

Biglia, Bonaventura, Caldara e Musacchio sono stati vittima di infortuni molto gravi e affronteranno tutti degli stop abbastanza lunghi. Il difensore argentino dovrebbe tornare disponibile tra due mesi; Biglia e Caldara avranno bisogno di un tempo doppio per recuperare, mentre Jack Bonaventura rientrerà soltanto nella prossima stagione

C’è poi la situazione legata a Romagnoli, indisponibile per almeno un mese. A tutto ciò si aggiungono anche le non perfette condizioni fisiche di Calabria e Calhanoglu che, però, dovrebbero recuperare per domenica, e la squalifica di due giornate comminata a Gonzalo Higuain dopo Milan-Juve. Una vera e propria ecatombe.

 

ultimo aggiornamento: 22-11-2018

X