Milan, Sacchi: “A Berlusconi consigliai Sarri, lui scelse Mihajolvic…”

L’ex tecnico rossonero: “Un ritorno di Ancelotti al Milan? Lo vedrei bene ovunque, anche in Nazionale“.

Che Sarri ammiri Sacchi e che quest’ultimo contraccambi non è ormai più un segreto. I due tecnici, in un certo senso maestro e discepolo, non perdono occasione per elogiarsi pubblicamente. Anche oggi l’ex rossonero, intervistato a ‘La Politica nel Pallone’, ha raccontato: “Prima parlai con Galliani, poi insieme con Berlusconi. Gli dissi: ‘Se prendi Sarri, dopo venticinque anni dimostri di essere sempre avanti, come facesti con me’. Fu indeciso, poi si pentì. Berlusconi è sempre stato avanti, pensando in grande. Gli consigliai anche Dybala, un grandissimo e intelligentissimo calciatore. Non scrivo e non parlo mai del Milan, altrimenti oggi scriverei cose non positive. Stimo l’allenatore, anche se non ricordo un grande club che compra undici giocatori nuovi per la stagione“.

Sacchi: “Ancelotti va bene ovunque

L’ex tecnico rossonero ha quindi parlato di Carlo Ancelotti, in settimana esonerato dal Bayern e già accostato al Milan: “Sono dispiaciuto prima di tutto per il Bayern, che si è dimostrato una società come le altre, mentre pensavo fosse diverso. Carlo ha fatto grandissime cose, ha vinto dappertutto e le sue squadre giocano un calcio positivo. Un difetto? Tutti i grandi allenatori hanno sempre inciso sulla formazione della rosa. A Carlo, dopo Guardiola, dissi di cambiare dei giocatori, ma dovunque va accetta chi c’è. Un suo ritorno al Milan? Lo vedrei bene ovunque, anche in Nazionale“.

ultimo aggiornamento: 02-10-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X