Milan-Sampdoria, Gennaro Gattuso: “La strada è ancora lunga”

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Serie A, Milan-Sampdoria. Le dichiarazioni di Gennaro Gattuso ai microfoni di Sky al termine della gara.

Milan-Sampdoria. È un Gennaro Gattuso visibilmente soddisfatto quello che si è presentato ai microfoni di Sky dopo la vittoria di misura ma convincente ottenuta contro la squadra di Giampaolo.

Non so se sia stato il mio Milan più bello ma abbiamo affrontato una squadra molto forte, potevamo chiuderla prima ma l’abbiamo preparata bene. Siamo una squadra in crescita, voglio fare i complimenti a Musacchio che ha fatto novanta minuti a scaldarsi. So che qualcuno mi guarda con gli occhi storti ma c’è bisogno di tutti. Dobbiamo lavorare perché la classifica la conosciamo, abbiamo perso troppo punti per strada. Io credo solo al lavoro settimanale e penso a partita dopo partita. Penso che la crescita si vedrà se dovesse arrivare una sconfitta. L’esultanza finale? Le preoccupazioni fanno parte del gioco, io non sono tranquillo quando vado a dormire, penso di non aver fatto abbastanza. Io ho un rapporto con i miei giocatori perché voglio tirargli fuori il meglio. In campo non sono amico dei giocatori, fuori dal campo sì. Quando ho il fischietto in bocca io sono un loro nemico“.

Gennaro Gattuso: “Ora non dobbiamo fermarci”

Dobbiamo continuare. Penso di avere meriti legati alla mentalità della squadra, il resto ce lo hanno messo i giocatori. Se pensiamo che tutto questo possa bastare sbagliamo. Abbiamo ancora tante partite, dobbiamo recuperare le energie, poi vedremo dove arriveremo”.

Su Davide Calabria – Non sbaglia nulla. È pulito, prima che arriva la palla sa già cosa deve fare, non ha fisico ma corre sempre. Ha la dote dell’umiltà, è un ragazzo semplice. Complimenti a lui“.

La fidanzata di Cutrone – Non parlo più altrimenti faccio i danni come la grandine“.

Ricevi le ultime notizie sul Milan, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 18-02-2018

Nicolò Olia