Milan “sgambetto” Betis: a Catania finisce 2-1 per i ragazzi di Quique Setién!

Tra botte e WAR trionfa il Betis: il Milan ci prova, ma non basta il gol di Andre Silva.

chiudi

Caricamento Player...

È terminata con una sconfitta l’ultima amichevole pre-stagionale dei ragazzi di Montella contro gli spagnoli del Betis Siviglia. Un 2-1 che ha però permesso a molti elementi della rosa, ancora indietro con la preparazione fisica, di mettere minuti nelle gambe in vista della doppia sfida di Europa League contro i macedoni dello Shkëndija. Pur non essendoci nessun trofeo in palio, le squadre non si sono risparmiate, e la cattiveria agonistica è stata protagonista per molti tratti della gara. Doveri, arbitro della sfida, è stato infatti costretto ad estrarre ben 9 cartellini gialli a causa del gioco duro soprattutto degli andalusi che di amichevole hanno effettuato soltanto il saluto iniziale.

Quando la tecnologia scende in campo…

Le polemiche non sono mancate anche dal ricorso al VAR (Video Assistant Referees). Adottata ieri in via sperimentale, la moviola televisiva ha aiutato in più occasioni il giudice di gara, ma suscitato numerosi dubbi riguardanti l’eccessivo gioco interrotto. Nel primo tempo è stato annullato un gol ad Andre Silva pizzicato in posizione irregolare dopo il tocco di Antonelli. Gol convalidato, poi la sentenza della WAR, che spegne in pochi secondi la gioia del primo gol in rossonero del talento portoghese. Nel finale, il copione non è cambiato. Punizione di Joaquín e gomito in barriera di Chalhanoglu, con parata finale di Antonio Donnarumma. Qualche secondo di attesa e la WAR decreta il calcio di rigore in favore del Betis. Dal dischetto Sanabria non sbaglia, regalando così la vittoria ai suoi compagni. Sconfitta a parte, nel complesso non è stata una prestazione da cancellare. Caldo e stanchezza hanno preso nel finale il sopravvento. Nonostante la cattiveria spagnola, la squadra di Montella ha sempre cercato di imporre gioco e possesso. Che trionfi l’ottimismo, d’altronde la positività vede l’invisibile, sente l’intangibile e spesso realizza l’impossibile…