Milan, il no della UEFA allontana il sogno Antonio Conte

L’ultimo contatto fra le parti risale allo scorso ottobre, ma gli ultimi sviluppi sul fronte societario complicano la strada che porta ad Antonio Conte.

chiudi

Caricamento Player...

Al termine della stagione, a meno di clamorosi risultati fra campionato ed Europa League (ad oggi improbabili), Rino Gattuso lascerà la panchina del Milan. Il grande sogno del duo Fassone-Mirabelli si chiama Antonio Conte, ma le ultime vicende sull’asse Milano-Nyon hanno un po’ raffreddato la pista. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna del quotidiano Tuttosport, i vertici di via Aldo Rossi hanno contattato l’ex Juve a ottobre, chiedendogli la disponibilità di allenare il Milan dal prossimo anno. Il no della UEFA al voluntary agreement, però, complica i piani del club rossonero, che in primavera subirà della sanzioni che condizioneranno il mercato estivo.

Mercato Milan, a gennaio possibile colpo in mezzo al campo

Questo, ovviamente, avrà conseguenze anche per ciò che riguarda Antonio Conte, il quale, prima di accettare il Milan, vorrebbe avere la certezza di una campagna acquisti di spessore. Stando all’indiscrezione riferita da Tuttosport, dopo essere stato contattato dalla società rossonera, Conte telefonò subito a Leonardo Bonucci, suo ex calciatore ai tempi della Juventus. Chissà che l’attuale tecnico del Chelsea, viste le complicazioni nella “trattativa” con il Milan, non chieda al capitano milanista di raggiungerlo a Londra.