Milan-Spal, Duarte in campo per scatenare Hernandez

Milan-Spal, Duarte in campo per scatenare Hernandez

Milan all’esame Spal questa sera alle 21: Pioli vara il “3+1” in difesa, con Duarte bloccato a destra per dare via libera nell’altra corsia a Hernandez

Si tratta di una vera e propria difesa a tre. Non essendoci però due ali di ruoli, possiamo dire come lo schieramento varato da Pioli in occasione della gara contro la Spal sia, difensivamente parlando, un vero e proprio 3+1. Questo perché a Romagnoli e Musacchio si aggiunge un terzo centrale: quel Leo Duarte arrivato in estate dal Flamengo e che finora ha trovato pochissimo spazio. Toccherà al brasiliano stazionare sulla destra, rimanendo bloccato. I rossoneri, così, spingeranno molto di più dall’altra parte, con Hernandez che parte come terzino, ma con licenza di fare sfracelli anche in attacco.

Milan, con la Spal ecco il “3+1” in difesa: Duarte a destra, Hernandez a sinistra

Nella filosofia di Pioli la difesa con il 3+1 ha sempre trovato molto spazio. Il tecnico emiliano ha sempre prediletto giocare con un difensore adattato su uno dei due lati del campo, deputato quindi a dar manforte ai propri compagni del settore centrale, con un terzino che invece abbia maggiori caratteristiche di spinta. Il primo identikit risponde al nome di Leo Duarte, il secondo a quello di Theo Hernandez.

Duarte avrà un compito importante: quello di dare maggior stabilità a una difesa che, con Conti e Calabria, ha sofferto le pene dell’inferno. I due terzini destri hanno dato vita a prove assai deficitarie dal punto di vista tecnico, tattico e atletico. Un disastro che Pioli vuol provare a contenere attingendo appieno al suo organico. Col brasiliano bloccato a destra, Hernandez potrà sganciarsi a piacimento per dare manforte ai compagni d’attacco.

Theo Hernandez
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Spal banco di prova del “3+1”

Le reti siglate contro Genoa e Roma evidenziano le peculiarità di Theo Hernandez come terzino fluidificante. Il francese, probabilmente, si esalterebbe ancor di più con un modulo che preveda una difesa a tre e un centrocampo a cinque. L’aggiustamento fatto da Pioli, però, potrebbe consentirgli di spingere con più tranquillità: stasera si avrà la prima, importante riprova.

ultimo aggiornamento: 31-10-2019

X