Milan splendente ma non vincente: l'arte di sprecare nel calcio
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Milan splendente ma non vincente: l’arte di sprecare nel calcio

Rafael Leao

Tra magie di Leao e l’invisibilità di Giroud, i rossoneri lasciano sfuggire punti preziosi, cosa succede al Milan.

Il Milan si presenta sul campo con una prestazione da ricordare, ma i risultati non sono quelli sperati. La partita contro l’Atalanta si rivela un monologo rossonero, con la squadra che domina l’avversario in ogni aspetto del gioco, ma fallisce nel concretizzare, lasciando scappare due punti fondamentali per la corsa al titolo.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

esultanza gol Rafael Leao

Leao brilla, Giroud scompare

Rafael Leao si conferma una stella del campionato, con una prestazione stellare che illumina San Siro. Il portoghese non solo segna un gol spettacolare, ma si rende protagonista con assist e giocate di alta classe, riconquistando l’ammirazione e gli applausi del pubblico di casa. Al contrario, Olivier Giroud sembra essere l’ombra di se stesso: l’attaccante francese appare stanco, poco incisivo e distante dal gioco, evidenziando una forma fisica e una presenza in campo insufficienti.

Nonostante una supremazia netta sul campo, il Milan pecca di efficacia offensiva. Le occasioni create da giocatori del calibro di Theo Hernandez, Loftus-Cheek e Pulisic non trovano la via del gol, salvando più volte l’estremo difensore avversario. Questa mancanza di cinismo sotto porta pone interrogativi sul potenziale reale della squadra, capace di dominare ma non di vincere.

La polemica arbitrale: il caso Orsato

Un altro elemento di discussione è la decisione arbitrale che ha visto protagonista Daniele Orsato, criticato per un rigore concesso all’Atalanta. Questa decisione ha scatenato il malcontento dei tifosi, che non hanno esitato a esprimere il loro disappunto, ritenendo la penalizzazione eccessiva per un episodio dubbiatile.

La partita lascia l’amaro in bocca: un Milan splendente ma incapace di chiudere i conti, con un Giroud che sembra ormai all’ombra di Leao. La necessità di un rinforzo in attacco diventa sempre più evidente, delineando quello che sarà uno degli obiettivi principali per il prossimo mercato. Il Milan dovrà riflettere su come trasformare la bellezza del suo gioco in risultati concreti, per non veder sfumare le ambizioni di vertice.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 26 Febbraio 2024 17:58

Analisi moviola Milan-Atalanta: ecco la verità sul contatto Giroud-Holm

nl pixel