Milan, ecco il piano per blindare Suso: contratto fino al 2023 e niente clausola

La stagione di Suso si sta rivelando importante: il rendimento dello spagnolo è testimoniato dai numeri. E così il Milan vuole blindarlo, eliminando la clausola di 38 milioni (per l’Estero).

In questa prima parte della stagione rossonera, c’è un giocatore dell’undici di Gattuso che è tornato centrale e fondamentale nello scacchiere del Milan. Si tratta di Jesus Suso. Lo spagnolo, infatti, dopo un calo evidente nella seconda parte della stagione 2017/18, ha ritrovato condizione e motivazione e il cambio tattico sembra avergli giovato. Al momento, in campionato, Suso ha già fatturato quattro gol e otto assist, partecipando a oltre la metà dei 21 gol del Milan.

Suso
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/ACMilan/

Operazione blindatura

Come riporta in edicola il quotidiano Tuttosport, in via Aldo Rossi si stanno muovendo per ridiscutere il contratto con lo spagnolo. Il Diavolo, infatti, vuole evitare che qualche club estero si possa fiondare sul 25enne di Cadice e strapparlo a Gattuso versando i 38 milioni, quale clausola di rescissione.

L’incontro con l’agente

Poche ore fa, quindi, si è svolto un incontro tra la dirigenza del Milan e Alessandro Lucci, procuratore dell’ex Liverpool. Le parti si aggiorneranno nelle prossime settimane.

Rinnovo e niente clausola

Il Milan è pronto a proporre un rinnovo di contratto, nonostante quello firmato nel settembre dello scorso anno sia valido fino al 2022. Attualmente Suso percepisce tre milioni netti a stagione: con il nuovo accordo andrebbe a guadagnare di più e per un anno in più (fino al 30 giugno 2023, ndr). E, soprattutto, verrebbe eliminata qualunque clausola di rescissione. In sostanza, il Milan non vuole perdere Suso a una cifra prestabilita: eventualmente, le pretendenti si dovranno sedere al tavolo con Leonardo…

ultimo aggiornamento: 07-11-2018

X