Milan, tanti auguri ad Alessandro Nesta!

L’ex difensore centrale, oggi tecnico del Perugia, compie oggi 43 anni: ha vestito i colori rossoneri dal 2002 al 2012

E’ tempo di nostalgia per i supporter del Milan. Alessandro Nesta, uno dei difensori più forti della storia del calcio italiano ed europeo, ha spento quest’oggi le sue prime 43 candeline. Eleganza, tempismo, classe innate: Nesta rappresenta tutt’oggi il prototipo del difensore ideale: marcatore implacabile, ha guidato in carriera le retroguardie di Lazio e Milan, alzando al cielo (da non protagonista, causa infortunio) anche la Coppa del mondo del 2006 con la nazionale azzurra. Un calciatore del suo calibro, in un momento di grande rinnovamento per il movimento azzurro, manca eccome.

Gli inizi alla Lazio e l’affermazione nel grande calcio

Alessandro Nesta ha cominciato la sua carriera nelle giovanili della Lazio, a partire dal 1985. Sin da subito legato alla sua maglia numero 13, i giocatore ha fatto tutta la trafila, fino ad essere aggregato in prima squadra nella stagione 1993-1994, quando alla guida dei biancocelesti c’era Dino Zoff.

Saranno in tutto nove le sue stagioni nel club capitolino, con un palmares che è di tutto rispetto. Due Coppe Italia, lo storico scudetto del 2000, una Supercoppa italiana, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa europea, vinta al cospetto del mitico Manchester United di Ferguson e Beckham.

https://sport.sky.it/calcio-estero/2017/12/13/mondiale-per-club-le-migliori-finali-della-storia.html

Nesta in rossonero: dieci anni di trionfi

Il passaggio al Milan, da una Lazio travolta dalla crisi societaria, avviene nell’estate del 2002, per la cifra di 31 milioni di euro. Inizia così una vera e propria epopea, con una serie di successi infinita. Con Carletto Ancelotti in panchina arriveranno 2 Champions League, 1 Mondiale per Club, 2 Supercoppe UEFA, 2 scudetti, 1 Coppa Italia e 2 Supercoppe italiane.

Il mito di Alessandro Nesta si completa con 78 presenze in nazionale maggiore, culminate col trionfo di Berlino nel 2006, e appena 6 presenze e un gol con l’Under 21: partite sufficienti, però, per vincere l’Europeo di categoria nel 1996.

ultimo aggiornamento: 19-03-2019

X