Milan, testa alla Serie A: col Torino torna Kalinic?

Verso Milan-Torino, prossima sfida di Serie A per i rossoneri. Tutti i dubbi di Montella dopo l’exploit europeo di Silva e Cutrone.

L’Europa League ha ridato animo e fiducia al Milan di Vincenzo Montella. La trionfale gara con l’Austria Vienna, travolto per 5-1 grazie alla super prestazione di André Silva e Cutrone, ha di fatto chiuso la parentesi relativa al girone di Europa League, ormai aritmeticamente conquistato, per riaprire la caccia alla Champions tramite il quarto posto in Serie A. Missione quasi impossibile quella in campionato, ma il Milan vuole crederci. In tal senso già la prossima gara a San Siro contro il Torino degli ex Mihajlovic e Niang potrebbe rivelarsi decisiva. Urge trovare la vittoria, Montella lo sa bene. Tuttavia, nonostante l’ambiente glielo stia chiedendo a gran voce, il tecnico pare intenzionato a confermare Nikola Kalinic in attacco, soprattutto se Suso verrà recuperato al 100%. Un’ennesima panchina per Cutrone e Silva che però, stavolta, potrebbe far più rumore che in passato.

Verso Milan-Torino, prossimo impegno in Serie A per i rossoneri

I numeri parlano chiaro: fin qui Kalinic è il peggiore tra i centravanti a disposizione di Montella. Tre gol in 14 presenze sono pochi, troppo pochi per il bomber croato che sembrava essere l’uomo giusto per far decollare l’attacco rossonero dopo la partenza di Bacca. Invece, meglio di lui ha fatto il giovanissimo André Silva (8 gol il 16 presenze, ma zero in campionato) e soprattutto l’ex primavera Cutrone, a quota 7 dopo 16 gare.

Kalinic ancora titolare, Silva e Cutrone verso la panchina

Insomma, per l’esperto attaccante ex viola la concorrenza adesso appare spietata. E, difatti, la sua titolarità è giustamente messa in discussione da un ambiente affamato di vittorie, alla ricerca di quell’entusiasmo di inizio stagione malamente perduto dopo le 6 sconfitte in 13 gare di campionato. Montella ne è consapevole, e tuttavia non sembra intenzionato a smuoversi dalle sue convinzioni. Perché è anche vero che André Silva non sembra intendersi egregiamente con Suso, e che di Suso non si può certo fare a meno. Insomma, col Torino Kalinic dovrebbe veder salvo il suo posto in campo. Certo è che, se il risultato non sarà quelle da tutti sperato, probabilmente le gerarchie in attacco cambieranno definitivamente. Ultimo treno per il croato, e forse anche per Montella: il futuro passa dal ‘matare’ un toro già ferito.

Ricevi le ultime notizie sul Milan, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 24-11-2017

Mauro Abbate

X