Milan, tutti i dubbi di Giovanni Galli: "Difficile arrivare tra le prime quattro"

Milan, tutti i dubbi di Giovanni Galli: “Difficile arrivare tra le prime quattro”

L’ex portiere Giovanni Galli ha concesso alla Gazzetta un’intervista, in cui ha espresso dubbi sulle capacità del Milan di arpionare la zona Champions

Le preoccupazioni di Giovanni Galli sono le stesse di molti tifosi rossoneri, assaliti da dubbi e incertezze dopo un avvio di stagione con tanti, forse troppi punti interrogativi. Il mercato non si è ancora concluso e ha già il sapore di un’incompiuta, sia per le operazioni in entrata che in uscita. La stessa guida tecnica, affidata a Marco Giampaolo, è un’incognita ancora tutta da scoprire. Nulla sulle qualità del tecnico, ovviamente: l’impressione, però, è che ci vorrà del tempo per apprezzare appieno i risultati di un cambio così radicale di gioco e approccio. Il quarto posto, così, diventa molto complicato da raggiungere. Ecco un estratto dell’intervista di Galli alla Gazzetta.

Galli sul Milan: “Il progetto cambia troppo velocemente”

Uno dei problemi maggiori, in questo periodo storico, sono stati i tre cambi di proprietà in altrettante stagioni. L’assenza di un piano programmatico di lungo respiro, finora, ha influito in maniera negativa sui risultati della squadra. Servono progetti solidi.

Nel Milan ci sono giocatori che hanno vissuto quattro direzioni: Adriano Galliani, Massimiliano Mirabelli, Leonardo, Paolo Maldini e Zvonimir Boban. Il progetto cambia troppo velocemente. Giampaolo è l’ideale per i giovani, ma io non so se questo Milan riuscirà ad arrivare tra le prime quattro. Ho grandi dubbi“.

Gianluigi Donnarumma
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Galli su Donnarumma: “Diventerà un portiere enorme”

Giovanni Galli non ha dubbi. Gigio Donnarumma diventerà uno dei migliori portieri a livello mondiale. Non potrebbe essere altrimenti, date le statistiche che a soli 20 anni riesce a sfoggiare. L’ex milanista manda anche un chiaro messaggio al procuratore Mino Raiola che, in questo momento, dovrebbe rassegnarsi alla permanenza del calciatore al Milan.

Si sta togliendo il peso di quel benedetto contratto e ha già oltre 100 gare in A: diventerà un portiere enorme. Ora però basta col il Psg o altre. Finiamola. Vale anche per Raiola: o ti hanno detto di venderlo oppure bisogna che ti rassegni“.

ultimo aggiornamento: 31-08-2019

X