Milan-Udinese 2-0, 30 novembre 2014: l’ultima vittoria dei rossoneri contro i friulani

Ci avviciniamo a Milan-Udinese rivivendo l’ultimo successo dei rossoneri contro i friuliani a San Siro che risale al 30 novembre 2014.

chiudi

Caricamento Player...

In casa Milan è tempo di archiviare la sconfitta contro la Lazio e pensare al tour de force delle prossime settimane. Subito dopo l’appuntamento in Europa League, i rossoneri scenderanno in campo contro l’Udinese. Sfida non facile per gli uomini di Vincenzo Montella che non battono i friulani a San Siro dal 30 novembre 2014.

Milan-Udinese 2-0, 30 novembre 2014: l’ultimo successo rossonero a San Siro

Momento non semplice per i rossoneri quello del 2014 con il Milan che non vince da ben 40 giorni e la sfida contro l’Udinese è sicuramente molto importante. Parte bene la squadra di Inzaghi che si rende pericolosa dalle parti di Karzenis con un colpo di testa di Rami con il portiere greco che la salva con un guizzo felino. La palla sembra che ha superato la linea di porta ma l’arbitro lascia continuare. I rossoneri continuano il forcing ed inizia nella ripresa lo show di Menez: il francese prima realizza un calcio di rigore per un fallo di Domizzi su Honda (rosso per il difensore bianconero ndr) e poco dopo firma il raddoppio ben servito dall’ex Armero. Nel finale anche il Milan rimane in dieci per l’espulsione di Essien che si è preso due cartellini in poco tempo. I padroni di casa ritrovano il successo con Inzaghi che ritrova Montolivo dopo sei mesi di stop.

Il tabellino del match

Milan-Udinese 2-0

Milan (4-3-3): Lopez; Rami, Mexes, Bonera, Armero; Van Ginkel (88′ Montolivo), Essien, Bonaventura; Honda (80′ Poli), Menez (79′ Pazzini), El Shaarawy. All. Inzaghi

Udinese (4-4-2): Karnezis; Piris, Heurtaux, Danilo, Domizzi; Badu, Allan, Guilherme (84′ Geijo), Kone (76′ Bruno Fernandes); Thereau, Di Natale (66′ Pasquale). All. Stramaccioni

Arbitro: Sig. Valeri di Roma

Marcatori: 63′ rig., 75′ Menez (M)

Ammoniti: Danilo, Badu (U)
Espulsi: Domizzi (U) per un fallo su chiara occasione da gol; Essien (M) per doppia ammonizione.