Milan-Uefa, Gazidis prova a ricomporre la frattura

L’a.d. rossonero, Ivan Gazidis, sta provando a rasserenare i rapporti con il massimo organo di governo del calcio europeo.

Il Milan e la UEFA non sono ancora ai ferri corti, ma la frattura c’è, inutile girarci intorno. E il secondo ricorso al TAS (ovvero il Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna), presentato dal club rossonero contro la sanzione ricevuta per la violazione del Fair Play Finanziario nel triennio 2014-17, ha ulteriormente ingigantito le distanze. Non a caso, Ivan Gazidis, con una visita informale a Nyon, ha provato a rasserenare i rapporti.

La frattura – come evidenzia l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport – va sanata e l’amministratore delegato rossonero è il primo a saperlo. Perché una “guerra” non conviene a nessuno. Centrare la qualificazione alla prossima edizione della Champions League – osserva la rosea – aiuterebbe le parti a discutere con più calma.

Gli oltre 50 milioni di euro che la società rossonera incasserebbe, infatti, darebbero più slancio al processo di risanamento dei conti del Milan. Il fondo Elliott – così come lo stesso Ivan Gazidis – ha sempre sottolineato come fosse ingiusto punire eccessivamente una proprietà che ha voglia di investire solo perché gravata dagli errori di una gestione precedente.

Scaroni
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan

Milan-UEFA, il TAS si pronuncerà a maggio

Non sono tanto i 12 milioni di multa o la limitazione della lista europea a preoccupare i vertici di via Aldo Rossi, quanto l’obbligo di raggiungere il pareggio di bilancio entro il 2021. I vertici di via Aldo Rossi avrebbero bisogno di più tempo per invertire la rotta degli ultimi anni (chiusi sempre con il segno meno), ma è improbabile che la UEFA si renda disponibile a sconti a stagione in corso.

Prima di prendere una decisione definitiva, infatti, da Nyon aspetteranno il verdetto del TAS, la cui sentenza è prevista per maggio. Sono mesi decisivi, dunque, per il futuro del Milan, sul campo e non solo.

ultimo aggiornamento: 30-03-2019

X