Milan, Gandini: “Corsa al 4° posto è dura. Piatek impressionante. Gattuso…”

L’ex dirigente rossonero Umberto Gandini ha parlato del Milan: dalla guida tecnica all’ultimo colpo di mercato.

Umberto Gandini ha rilasciato un’intervista a Sky Sport. L’ex dirigente del Milan ha parlato della sua ex squadra, a cominciare dal tecnico rossonero: “Ero con Gattuso durante le vacanze natalizie. La situazione era particolare: era in discussione, i risultati non arrivavano, la squadra aveva perso lo smalto. Lui è stato molto bravo a tenere il gruppo ancorato a sé e a recuperare l’orgoglio di giocare per il Milan“.

Mercato importante per la Champions

Poi i dirigenti hanno portato due giocatori importantissimi. Piatek è impressionante. L’ho visto contro il Napoli in Serie A, solo per come giocava in verticale, per come faceva salire la squadra aveva dato una grandissima impressione. Poi, ogni palla che tocca fa gol. Credo – ha proseguito Gandini – che la strada sia complessa, anche la Roma è molto quotata. Stanno migliorando tantissimo, però sarà una lotta dura per la Champions League“.

Umberto Gandini
fonte foto https://www.facebook.com/RomaForever.it/

La carriera del dirigente

Umberto Gandini è nato a Varese l’11 aprile del 1960. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano, una volta terminati gli studi, ha iniziato la sua carriera lavorativa come consulente sui Diritti Sportivi presso RTI per poi entrare nel 1993 nel Gruppo Fininvest. La collaborazione con Silvio Berlusconi lo ha fatto entrare nella dirigenza del Milan nel 1998. Con i rossoneri ha ricoperto molti ruoli sia in ambito nazionali e internazionali (era soprannominato “il ministro degli Esteri del Milan”): prima direttore organizzativo, infine Direttore Esecutivo dell’Area Sportiva, legatissimo a Adriano Galliani. Il rapporto tra Gandini e il club di via Aldo Rossi è terminato nell’ottobre del 2016 quando ha firmato con la Roma per assumere la carica di nuovo amministratore delegato. 

ultimo aggiornamento: 19-02-2019

X