Le dichiarazioni di Lionel Vangioni ai microfoni di Milan TV: “La passione per il pallone nasce nella mia casa, tutti giocavano a pallone

Intervenuto ai microfoni di Milan TV, Lionel Vangioni, prima oggetto misterioso a Milanello e poi titolare fisso nell’undici di Montella anche grazie alla serie di infortuni che ha colpito i rossoneri, ha parlato dei suoi esordi e della sua carriera da calciatore: “La passione per il pallone nasce nella mia casa perché tutti i miei parenti giocavano a calcio. Quando avevo cinque anni mia nonna mi ha accompagnato a giocare e così è iniziata la mia carriera.”

La nascita del terzino. Inizialmente giocavo esterno alto, poi una volta si è infortunato un mio compagno e il mister mi ha chiesto se volessi giocare come volante”.

Gli esordi. “Per me e la mia famiglia è stata una grande emozione esordire con il Milan, anche perché quando non giocavo non era un periodo facile né per me né per la mia famiglia perché un giocatore vuole sempre giocare”.

Sul calcio italiano. Quando sono arrivato in Italia ho trovato un calcio un po’ diverso rispetto a quello a cui ero abituato in Argentina, ma mi sono messo subito a lavorare per imparare e adattarmi“.

milan

ultimo aggiornamento: 05-04-2017


Futuro Montella, il tecnico riflette sul futuro in rossonero

Milan, Fassone e Mirabelli completano il mosaico: D’Ottavio il nuovo capo-scout rossonero