1992, Milan-Verona: l’ultima di Ancelotti a San Siro con la festa tricolore

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Nel campionato 1991/92 i rossoneri ritornano a vincere lo scudetto. La festa a San Siro in occasione di Milan-Verona: il 4-0 vede grande protagonista Ancelotti, all’ultima gara davanti al pubblico di casa.

Un campionato dominato in lungo e in largo. Questo in sintesi il cammino del Milan nella stagione 1991/92, la prima con Fabio Capello alla guida dei rossoneri, concentrati sul campionato vista la squalifica di un anno dalle competizioni continentali. Il tecnico di Pieris rivitalizza Baresi e compagni e conduce il Diavolo alla conquista del 12° scudetto, senza mai perdere una partita, grazie a un attacco atomico (Van Basten capocannoniere con 25 gol) e a una difesa saldissima.

La matematica a Napoli

E così, alla terzultima di campionato, i rossoneri vanno a Napoli per giocare il primo match-ball per vincere il titolo nazionale. Il Milan ha infatti ben sei punti di vantaggio sulla Juventus e contro i partenopei basta un pareggio. Il 10 maggio, al San Paolo, Rijkaard porta avanti i rossoneri, poi Blanc pareggia ma gli uomini di Capello possono esultare al triplice fischio perché lo scudetto torna a Milano, sponda rossonera.

Milan-Verona, San Siro saluta i campioni

Una settimana dopo, in un San Siro gremito, i rossoneri vengono accolti dai propri tifosi per la festa scudetto. Milan-Verona è il match nel quale Baresi e compagni danno un saggio a tutto il campionato. E’ l’ultima in maglia rossonera davanti al pubblico di casa per Carlo Ancelotti, il cui padre calcistico Nils Liedholm siede sulla panchina degli scaligeri. La gara si sblocca grazie a un gol di Van Basten su calcio di rigore. A inizio ripresa arriva il raddoppio con Gullit che batte Gregori con un potente sinistro. Poi va in scena lo show di Carletto che realizza una doppietta nel giro di sessanta secondi. San Siro va in estasi, il Milan va in paradiso.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 11-12-2017

Fabio Acri