Yonghong Li non si arrende: avviato procedimento legale contro Elliott

L’ex presidente del Milan, Yonghong Li, accusa Elliott di aver orchestrato un default anticipato per appropriarsi della società.

Yonghong Li non ci sta. Dopo aver sparato a zero contro Elliott in una lettera divulgata alcuni giorni fa, secondo quanto appreso dal sito toplegal.it, avrebbe avviato un procedimento legale nei confronti del fondo americano.

L’accusa mossa dall’ex presidente del Milan è piuttosto grave: Elliott avrebbe orchestrato un default anticipato per riuscire ad appropriarsi subito della società rossonera.

Yonghong Li contro Elliott: avviato un contenzioso

Il broker cinese verrà assistito in questa nuova avventura legale da Eversheds Sutherland, studio che vanta nel suo team gli italiani Riccardo Bianchini, Marco Franzini e Renato Fiumalbi.

L’ex presidente Yonghong Li: “Elliott fondo avvoltoio

La decisione di adire le vie legali segue di pochi giorni le parole durissime rivolte dall’ex presidente al fondo Elliott nella sua lettera d’addio al Milan: “Ero convinto che Elliott fosse un investitore fidato, ma soprattutto un partner con cui condividere i doveri e gli onori di un’avventura così stimolante. Ho commesso un errore e l’ho scoperto solo strada facendo, e a mio grande discapito. Elliott si è dimostrato fin dall’inizio non come il partner che immaginavo, bensì come un finanziatore totalmente disinteressato alla gestione di un club come il Milan […] Ha avuto una condotta incurante e predatoria. In breve, il comportamento tipico di un fondo avvoltoio, così come è stato definito in passato dalla stampa internazionale“. Parole che venivano seguite da una dedica amorevole al Milan, per il quale Yonghong Li prometteva di voler ancora combattere. E così sarà.

Paul Singer
Paul Singer, fondatore del Fondo Elliott (foto: wikipedia)

Fonte foto copertina: https://www.facebook.com/pg/ACMilan

ultimo aggiornamento: 23-07-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X