Milano, tredicenne picchiato e costretto a rubare da un gruppo di bulli. Un ragazzo di quattordici anni agli arresti domiciliari.

Un grave episodio di bullismo è emerso a Milano, dove un ragazzo di tredici anni è stato costretto da un gruppo di bulli a rubare ai propri genitori. Il capo della banda, un ragazzo di quattordici anni, è ora agli arresti domiciliari.

Milano, tredicenne vittima di bullismo costretto a rubare ai propri genitori

Il tredicenne vittima di bullismo è  costretto a rubare i gioielli della madre per evitare ulteriori ripercussioni.  Il gruppo di bulli agiva secondo un metodo collaudato. Avvicinavano e accerchiavano e iniziavano a instaurare un clima di terrore psicologico, a volte imposto con la violenza fisica.

Carabinieri
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/carabinieri.it

La denuncia del papà e le indagini degli inquirenti

A lanciare l’allarme è stato il papà del ragazzo che, insospettito, si è rivolto alle Forze dell’Ordine per fare luce sulla vicenda. Agli inquirenti è bastata una prima analisi del telefono cellulare del ragazzo per trovare le prove evidenti che incastrerebbero i bulli.

Le indagini hanno portato alla luce un’azione intimidatoria commessa da cinque ragazzi nei confronti dei coetanei. I bulli minacciavano le vittime, le derubavano o le costringevano a rubare. Almeno in un’occasione il gruppo sarebbe passato dalle parole ai fatti aggredendo fisicamente una delle loro vittime che probabilmente, stando agli inquirenti, aveva provato a ribellarsi ai giovani aguzzini.

Una professoressa: il bullismo non esiste

Ma c’è di peggio. Stando al racconto fornito dal padre di una vittime agli inquirenti, sembra che la scuola sia stata avvertita degli episodi di violenza. In tutta risposta una professoressa avrebbe fatto sapere che in quella scuola il bullismo non esisteva. Purtroppo sbagliava.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Bullismo carabinieri evidenza milano

ultimo aggiornamento: 05-12-2018


Obbligavano minorenni a prostituirsi, sei arresti in un campo nomadi di Foggia

Ventimiglia, un migrante è rimasto folgorato su treno diretto in Francia