Milano, guardia giurata investe e uccide un motociclista, poi si toglie la vita con un colpo di pistola.

Tragedia in provincia di Milano, dove un uomo, una guardia giurata, si è tolto la vita dopo aver investito e ucciso un motociclista.

Milano, guardia giurata investe e uccide un motociclista, poi si toglie la vita con la pistola di ordinanza

La tragedia si è consumata nella giornata di mercoledì. Un uomo di trent’anni, guardia giurata di professione, ha investito e ucciso un motociclista. L’incidente è avvenuto tra via Emilia e viale Piceno.

Dopo essersi resa conto delle condizioni critiche del motociclista, un uomo di sessantacinque anni, la guardia giurata ha impugnato la pistola di ordinanza e si è uccisa.

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

Inutile la corsa in ospedale

I soccorritori quando sono giunti sul posto dell’incidente hanno trovato i due corpi in terra. Inutile per entrambi la corsa in ospedale. Il trentenne e il sessantacinquenne sono morti a causa delle gravissime ferite riportate.

La dinamica dell’incidente

Le autorità dovranno chiarire innanzitutto la dinamica dell’incidente. La guardia giurata ha travolto il motociclista e sembra che si sia trattato di una tragedia. Si dovranno valutare eventuali responsabilità da parte del trentenne, che evidentemente è stato colpito da un attacco di panico. L’uomo potrebbe aver temuto ripercussioni sulla propria carriera, potrebbe essere stato assalito dai sensi di colpa o potrebbe aver avuto paura delle conseguenze. Sarà compito degli inquirenti districare la complessa matassa di un incidente stradale trasformatosi in una duplice tragedia.


Crolla pavimento all’escape room, ferita una ragazza

Ponte Morandi, un report del 2014 (ignorato) avrebbe potuto evitare la tragedia?