Milano, l’ex sindaco Moratti condannata a risarcire 591 mila euro

La Corte dei Conti ha deciso in via definitiva la condanna dell’ex sindaco Moratti per il danno erariale provocato alle casse del Comune di Milano

La vicenda delle c.d. consulenze d’oro del Comune di Milano è giunta a conclusione: l’ex sindaco Moratti è stata condannata al pagamento di 591 mila euro. La Corte dei Conti ha preso la decisione finale dopo aver esaminato i ricorsi presentati in seguito alla sentenza di primo grado con la quale l’intera ex Giunta del capoluogo meneghino era stata condannata a risarcire 360 mila euro (132 mila in capo all’ex sindaco Moratti): l’accusa per incongruità della cifra, la difesa per l’assoluzione.

Sentenza finale

La Corte dei Conti centrale ha emesso la sentenza conclusiva con la condanna di 22 persone al pagamento all’Erario di 1.082.674 euro. L’importo maggiore, come detto, riguarda Letizia Moratti che dovrà sborsare oltre metà dell’intera condanna. Gli incarichi posti sotto la lente di ingrandimento riguardano 11 incarichi dirigenziali esterni a non laureati per quasi 1 milione e 900 mila euro, e retribuzioni ritenute troppo costose, più di 1 milione, di alcuni addetti stampa. Nella sentenza di condanna dell’ex sindaco Moratti si legge: “L’operato avrebbe avuto il connotato della grave colpevolezza, ravvisabile in uno scriteriato agire, improntato ad assoluto disinteresse dell’interesse pubblico alla legalità e alla economicità dell’espletamento della funzione di indirizzo politico-amministrativo spettante all’organo di vertice comunale”.

ultimo aggiornamento: 13-01-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X