Milano, il Consiglio Comunale sfida Salvini: no al taser per la polizia locale

Il Consiglio Comunale di Milano ha bocciato la proposta di dare il taser alla polizia locale. Una decisione in controtendenza con le scelte del Governo.

MILANO – Matteo Salvini bocciato dal Consiglio Comunale di Milano. La maggioranza del capoluogo lombardo nella giornata di ieri (giovedì 30 maggio 2019) ha approvato a larga maggioranza la mozione di non dare il taser alla polizia locale. Il provvedimento nelle prossime ore arriverà sul tavolo del sindaco Sala che dovrà dare il via libera alla decisione.

Nel documento – riportato da La Stampa – viene specificato il motivo di questa decisione: “I taser sono particolarmente pericolosi, specie nei confronti dei soggetti più vulnerabili. E la pistola elettrica distrarrebbe la polizia locale dai compiti che le sono propri e senza il compimento dei quali la vivibilità delle città risulterebbe fortemente compromessa“.

Milano, no ai taser alla polizia locale: Lega e FI contrari. M5s si astiene

La mozione – presentata da Milano progressista – è stato approvato con 22 voti a favore sui 27 in totale. Forza Italia e Lega hanno espresso il loro no mentre il MoVimento 5 Stelle si è astenuto. Una scelta da parte dei grillini che conferma la tensione con il Carroccio, almeno per quanto riguarda alcune riforme. Non è la prima volta che il partito di Luigi Di Maio decide di non prendere una posizione a livello amministrativo su una norma fortemente voluta dalla Lega.

Taser
fonte foto https://twitter.com/Adnkronos

Milano, il Consiglio Comunale boccia i taser: ennesima sfida a Salvini

Il no del Consiglio Comunale ai taser può essere interpretato come una nuova sfida a Matteo Salvini. In più di un’occasione il vicepremier ha avuto una discussione verbale con l’amministrazione guidata da Beppe Sala.

La ‘battaglia’ ora si è spostata sulle pistole elettriche. Milano vieta l’affidamento dei taser alla polizia locale con un provvedimento che sembra destinato a creare delle nuove polemiche tra destra e sinistra.

fonte foto copertina https://twitter.com/Adnkronos

ultimo aggiornamento: 31-05-2019

X