Operazione della Guardia di Finanza questa mattina che ha portato all’arresto di tre persone

Si è conclusa questa mattina a Milano l’inchiesta del procuratore aggiunto Giulia Perrotti e del pm Luca Poniz su alcuni casi di presunta corruzione per pilotare “l’aggiudicazione di alcune gare di appalto” bandite dall’amministrazione comunale “a favore del Consorzio Milanese Scarl e delle imprese sue associate” che ha portato all’arresto da parte del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza della città meneghina di due dirigenti ed un funzionario del comune del capoluogo lombardo.

Tre persone finiscono in manette

Su disposizione del gip di Milano Alfonsa Maria Ferraro – come si legge dal comunicato del procuratore Francesco Greco – sono finiti in manette Massimiliano Ascione “in qualità di titolare Posizione Organizzativa del Comune di Milano”, accusato di concussione, Stanislao Virgilio Innocenti, “in qualità di dirigente del Comune di Milano”, accusato di corruzione, e Armando Lotumolo, anche lui “in qualità di dirigente” dell’amministratore comunale e indagato per corruzione.


Calabria, maxi operazione contro la ‘Ndrangheta: arresti e sequestri di società

Roma, rapina a mano armata in un supermercato: i banditi fuggono con il bottino