La Raggi nel mirino dei Casamonica: si temono attentati

Minacce dei Casamonica a Virginia Raggi, aumentato il livello della scorta per il sindaco di Roma. Si temono attentati contro la prima cittadina.

ROMA – Paura per Virginia raggi per le minacce da parte dei Casamonica. Il sindaco di Roma, che si è mossa in prima persona prendendo posizione su tematiche delicate come l’assegnazione delle case popolari a famiglie di nomadi e come la lotta alla criminalità organizzata, è stata minacciata dal potente clan, cui anche Matteo Salvini ha dichiarato guerra.

Minacce dei Casamonica a Virginia Raggi, aumentato il livello della scorta

In seguito alle minacce ricevute, le autorità hanno deciso di alzare il livello di protezione per Virginia Raggi. Il sindaco dispone ora di una macchina blindata e di una scorta raddoppiata in termini di uomini. Inoltre gli agenti della Polizia di Roma Capitale hanno avuto l’incarico di controllare l’itinerario che dovrà svolgere la Raggi per ogni suo spostamento.

VIRGINIA RAGGI
VIRGINIA RAGGI

Le minacce

Nel corso degli ultimi mesi si sono moltiplicate le lettere minatorie, gli insulti e le azioni violente per intimidire Virginia Raggi. Stando a quanto riferito da il Mattino si teme anche un attacco esplosivo contro la prima cittadina. La notizia non ha trovato conferme ufficiali, mentre è stato confermato il rafforzamento della scorta.

Ostia nel caos e nella violenza

Intanto Roma deve fare i conti con l’ondata di violenza che ha investito Ostia, il quartiere litorale della Capitale.

In pochi giorni si sono registrati due episodi di violenza. Il primo è legato al nome del clan Spada. Una ragazza di quindici anni, importunata da due egiziani, ha chiesto aiuto al padre che è intervenuto con un amico e ha accoltellato i due. In seguito alle indagini, i Carabinieri hanno arrestato sette persone tra cui il padre della giovane, un pregiudicato con rapporti con il clan degli Spada.

Il secondo caso di cronaca si è invece svolto nei pressi di una pompa di benzina sulla via Ostiense, all’altezza di Vitinia. Qui a perdere la vita è stato un uomo dell’Est Europa, caduto in terra in seguito a una lite con alcuni sui connazionali che lo hanno lasciato a terra convinti che fosse svenuto per le troppe birre bevute. E invece era morto dopo aver sbattuto la testa.

ultimo aggiornamento: 29-05-2019

X