La ministra Azzolina sulla decisione di De Luca di chiudere le scuole: “Il mio compito è di difendere gli studenti”.

ROMA – La ministra Azzolina è ritornata sulla decisione di De Luca di chiudere le scuole nel suo intervento durante l’assemblea di Confindustria Giovani: “Gli studenti – ha sottolineato la titolare del Miur, riportata da Fanpage.iterano in giro per le strade, i negozi, i centro commerciali. Ho visto le foto. In questo momento non credo che ci siano luoghi più sicuri della scuola“.

L’esponente pentastellata ha aggiunto: “Gli istituti hanno già sofferto abbastanza l’anno scorso, non eravamo pronti, ma ora la situazione è diversa. Abbiamo lavorato tutta l’estate per essere pronte. Le scuole per me devono essere le ultime a chiudere“.

Azzolina: “Non posso impugnare l’ordinanza di De Luca”

La ministra Azzolina si è soffermata anche sulla possibilità di impugnare l’ordinanza di De Luca: “Non ho il potere di chiudere o aprire le scuole. Io posso solo dare il giorno di inizio dell’anno scolastico. Eventualmente la decisione sarà presa dal Governo, e ne parleremo nelle prossime ore“.

Ipotesi di ricorso al Tar che sembra essere molto remota. Possibile un provvedimento nazionale per allineare l’intero Paese. Da convincere, però, la ministra Azzolina che ha bocciato questa ipotesi.

Lucia Azzolina
Lucia Azzolina

Scuole e coronavirus, il Governo decide per la Dad?

La questione scuola sarà al centro del prossimo vertice di maggioranza per decidere se adottare misure restrittive per contenere l’emergenza coronavirus.

L’ipotesi di una Dad parziale non è da escludere, anche se la ministra Azzolina chiede di lasciare aperti gli istituti. Possibile anche una differenziazione degli orari per cercare di frenare la diffusione dell’epidemia.

Riflessioni in corso, le decisioni sono attese nelle prossime ore. Il Pd chiede di misure molte più dure, frena il M5s e i titolari dei Dicasteri economici per paura una rivolta sociale, attesa in caso di un nuovo lockdown.


L’ultimo saluto a Jole Santelli, feretro portato dagli assessori

75 anni della Fao, Mattarella: “E’ il momento di scelte decisive per l’intero pianeta”