Napoli, Minniti: “Le baby gang agiscono come i terroristi”

Il ministro dell’Interno, Marco Minniti, ha presieduto un vertice a Napoli dopo le aggressioni degli ultimi giorni. Il responsabile del Viminale ha detto che invierà 100 uomini dei reparti speciali.

NAPOLI – Marco Minniti è giunto nel capoluogo campano dopo gli ultimi casi di aggressione ai danni di giovani da parte di gruppo di coetanei. Le baby gang hanno colpito in particolare a Chiaiano, dove hanno malmenato e accoltellato un 17enne, al quale è stata asportata la milza.

Le parole de ministro

Il ministro dell’Interno ha diretto un vertice a Napoli. Ecco quanto ha dichiarato Minniti: “Non posso affermare che le baby gang siano terroristi, ma usano metodiche di carattere terroristico: quella di colpire perché si è casualmente in un posto. Abbiamo un’assimilazione di metodiche tipiche di altre attività criminali. C’è una violenza nichilista che non ha alcun rispetto per il valore della vita, ed è ancora più drammatico se impatta con dei giovanissimi. Chiedo anche l’aiuto e la collaborazione dei cittadini. Che non si voltino altrove. Contrasto? A Napoli verrà rafforzato il controllo dell’ordine pubblico con l’invio di reparti straordinari, 100 unità destinate al controllo di quelle zone maggiormente frequentate dai giovani. Non consentiremo alle baby gang di cambiare le abitudini dei giovani napoletani“.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 17-01-2018

Fabio Acri

X