Mirabelli: "Al Milan multai Bonucci, la proprietà l'ho vista solo una volta..."

Milan, Mirabelli: “Questa squadra sta retrocedendo…

L’ex ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, è stato ospite a TeleLombardia. Il dirigente ha svelato alcuni passaggi da dirigente rossonero.

Massimiliano Mirabelli è intervenuto durante la trasmissione di TeleLombardia. L’ex direttore sportivo del Milan ha ricordato i momenti più significativi della sua esperienza presso il club di via Aldo Rossi, svelando anche alcuni particolari.

L’eredità…

Alla domanda circa la responsabilità sul fatto di aver speso tanto senza lasciare una eredità tecnica importante, Mirabelli mette le cose in chiaro: “Se il Milan fosse stato primo avresti ragione, ma non gioca nessuno dei miei e il Milan sta retrocedendo… Può darsi che è una questione di gestione, perché fin quando c’eravamo noi eravamo arrivati facili in Europa League e abbiamo giocato una finale di Coppa Italia. Noi non siamo arrivati in Champions per le partite col Benevento e Verona…“.

Massimiliano Mirabelli
Fonte foto: Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

La proprietà e Gattuso

Sul rapporto con la proprietà, l’ex ds rossonero ricorda: “Non c’era. La prima volta fu in Grecia, quando dovevamo cambiare allenatore. Mi dissero che potevo prendere anche Tuchel, ma in testa avevo solo Gattuso… Sono dovuto stare giorni e giorni che per me era la scelta giusta. Alla fine mi dissero che potevo fare quello che volevo ma poi mi sarei dovuto assumere tutte le responsabilità del caso, e che se le cose fossero andate male sarei andato a casa. Mi dispiace che Rino non è potuto diventare un patrimonio importante del Milan“.

La multa a Bonucci

Mirabelli ha poi svelato di un importante retroscena sull’ex capitano rossonero, uno dei grandi acquisti del mercato 2017: “Bonucci è stato un grande protagonista. Dopo l’espulsione in Milan-Genoa gli dissi che doveva dare l’esempio, gli fece una multa esagerata, da 100 mila euro. Gli dissi che doveva accettarla da capitano per dare l’esempio a tutti“.

Donnarumma e Raiola

Uno dei momenti chiave dell’avventura rossonera di Mirabelli è stato senz’altro il rinnovo di contratto di Donnarumma, con il complicatissimo rapporto con Mino Raiola: “Secondo me Donnarumma è uno dei portieri più forti. Se vuoi tenerlo non vedo difficoltà nel farlo firmare per altri 3 anni. Se ci sono riuscito io che sono un cretino perché non possono riuscirci i campioni che ci sono al Milan? Rinnovare Gigio Donnarumma, uno dei portieri più forti al mondo, e non riuscire a scucire un euro ad un agente che non è un pivellino… qual è la difficoltà oggi? Raiola, prima che arrivassi io, ha preso più di 100mln dal Milan. Ho visto le carte…

Mirabelli su Ibrahimovic

Milan su Ibrahimovic, questo il pensiero di Mirabelli: “La tua salvezza non può essere un giocatore di quasi 40 anni, anche se ora arriva e fa bene. Devi andare a individuare quei giocatori su cui puoi costruire e che poi ti possano portare in Champions. Sono sicuro che ibrahimovic in Italia farebbe bene, però devi avere le idee chiare“.

ultimo aggiornamento: 12-11-2019

X