Napoli, il miracolo del sangue di San Gennaro. Duomo di Napoli semivuoto per l’emergenza coronavirus.

Napoli il miracolo del sangue di San Gennaro non si è ripetuto nella giornata del 16 dicembre, ultima delle tre date del miracolo atteso da tutti i napoletani (e non solo).

Il 19 settembre il miracolo si era ripetuto e la cerimonia era stata ovviamente condizionata dall’emergenza Covid, con un Duomo incredibilmente semi-vuoto proprio per l’emergenza sanitaria.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Napoli, non si è ripetuto il miracolo di San Gennaro

Alla mattina del 16 dicembre il Miracolo di San Gennaro non si è ripetuto. Il sangue, quando la reliquia è stata presa dalla teca, era assolutamente solido.

La teca viene riposta nuovamente nella cassaforte e poi ritirata fuori alle 16.30 Alle ore 18.30 è invece in programma l’ultima messa della giornata. E i napoletani sperano di poter festeggiare il tanto atteso miracolo. Ma niente, il sangue del Santo resta solido: il miracolo non si è ripetuto. L’ultima volta che il miracolo di dicembre non è avvenuto era il 2016.

Chiesa
Chiesa

L’abate della Cappella del Duomo: “Quando abbiamo preso la teca il sangue era assolutamente solido”

Quando abbiamo preso la teca dalla cassaforte il sangue era assolutamente solido e rimane assolutamente solido“, ha dichiarato l’abate della Cappella di San Gennaro del Duomo di Napoli come riportato da la Repubblica.

Il religioso ha anche specificato che negli ultimi anni, nella data di dicembre la liquefazione è avvenuta sempre con un discreto ritardo rispetto agli altri due appuntamenti con il miracolo del santo, che a settembre era avvenuto intorno alle 10.00.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 16-12-2020


A Milano scatta il piano contro gli assembramenti: ingressi contingentati in Galleria ‘Vittorio Emanuele’

Coronavirus, il caso del piano pandemico. L’Italia ne aveva uno? Era quello del 2006? Ranieri: “A ritirarlo è stata la sede dell’Oms”