I missili rientravano nelle esercitazioni congiunte con gli Usa dopo la provocazione nordcoreana.

Il giorno dopo il lancio del missile balistico verso il Giappone da parte della Corea del Nord, Corea del Sud e Stati Uniti hanno iniziato esercitazioni congiunte. I due paesi alleati nel Pacifico hanno lanciato quattro missili terra-terra nel mare orientale in risposta alle provocazioni di Pyongyang. I due paesi hanno lanciato ciascuno due Army tactical missile system a corto raggio, “che hanno colpito con precisione bersagli fittizi e hanno dimostrato la capacità degli alleati di scoraggiare ulteriori provocazioni”, riportano i media.

I lanci sono stati effettuati “per rispondere alle provocazioni della Corea del Nord e assicurarci di poter dimostrare le nostre capacità”. Così riferisce il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti, John Kirby. Ma la Corea del Sud ha anche lanciato altri due missili Hyunmoo-2 a corto raggio. Uno di questi due ha fallito l’obiettivo e dopo poco si è schiantato a terra. Fortunatamente non ci sono state conseguenze.

Missili Guerra
Missili Guerra

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Panico tra la popolazione che temeva che il missile fosse della Corea del Nord

L’esplosione a terra del missile però ha scatenato il panico sui social media. Soprattutto nella città di Gangneung perché i cittadini temevano un attacco da parte della Corea del Nord. Il missile si è schiantato all’interno di una base dell’aeronautica militare alla periferia della città, causando un vasto incendio. Ora l’esercito sudcoreano sta indagando su cosa è potuto andare storto durante il lancio.

Dato che il governo e l’esercito non hanno fornito informazioni riguardo la causa dell’incendio e dell’esplosione per molte ore, i cittadini sono stati con il fiato sospeso. I coreani temevano che si trattasse realmente un attacco da parte del vicino Nord, visto l’attacco del giorno prima nordcoreano verso il Giappone.

Per le prolungate provocazioni da parte del regime di Kim Jong-Un torna nel mar del Giappone la portaerei a propulsione nucleare americana USS Ronald Reagan per affrontare nuove provocazioni nei confronti degli alleati.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 05-10-2022


Energia: l’Ue si divide sul modello Sure

Andamento Covid, cosa succederà in inverno in caso di peggioramento?